Il Gomitolo


I blog

Hai mai sentito parlare dei blog? Sono diari in cui puoi raccontare le tue esperienze: una giornata particolare, un pensiero, ecc... Il Gomitolo offre blog sicuri per bambini e ragazzi!

Nel mese di novembre 2013 sono stati scritti 13 post!

Faccine: sì (cambia)
Stili e colori: sì (cambia)

Ciao Elena!

scritto da Kika il 30/11/2013 alle 23:45

Chiedo a te di insegnarmi a non arrendermi perchè a volte per quanto ci possa provare capita di crollare. Te lo chiedo perchè tu sei riuscita a farlo fino agli ultimi dei tuoi giorni. Quando ho saputo la notizia non ci ho creduto, per un attimo ho pensato a così tante cose insieme che mi facevano venire i brividi.
E' difficile affrontare la leucemia come hai fatto tu. Con quel sorriso, con quella speranza, non riunciando a nulla. Te lo si leggeva negli occhi che eri felice di affrontare la vita. Anche se la vita contro di te era stata crudele e la malattia lentamente ti stava divorando. La tua bellezza non l'hai persa neanche durante quelle cure che alla fine si sono rivelate inutili.
Non si può morire a 27 anni, perdere tutto così.
Penso a te Elena e a tante persone vicine e lontane che soffrono per una malattia come la tua o simili e mi faccio tante domande. Non so darmi risposta, mi tremano solo le mani e mi vengono gli occhi lucidi. Non lo so se è rabbia, se è paura, se è tristezza, ma ti assicuro che sono tutti sentimenti negativi.
Non lo so se esiste l'aldilà ma mi piace pensare che tu sia accanto ad ogni malato per dargli quel coraggio e quella forza che tu solo avevi.
Non voglio credere che per te sia finita così, non ce la faccio.
Sono sicura che hai il compito più grande e impegnativo che si possa avere: quello di insegnare che arrendersi è un comportamento che hanno i deboli, i falliti, gli sfiduciati.
Ti prometto che ogni volta che sarò di cattivo umore, che penserò di non potercela fare, di essere quasi al limite, di non essere abbastanza, di valere poco, penserò a te e reagirò.


Ciao Elena!

"piccolo" sfogo

scritto da sofiottino il 29/11/2013 alle 18:49

Non so neanche io perchè scrivo questo post, però volevo farlo, volevo sfogarmi, perchè la mia vita fa schifo, niente va per il verso giusto, niente. A partire dal fatto che ho due rompiscatole da sopportare ogni santissimo weekend, che per chi non lo sapesse (dubito non lo sappiate visto che tra un po' lo sanno anche i muri di casa mia) sono i figli del fidanzato di mia mamma. Perchè sono capitati a me? perchè? perchè ogni santissima volta che li vedo mi prendono in giro? Io sono arrivata al punto di non parlare quando li vedo, perchè so che mi prenderanno in giro, imiteranno la mia voce, quindi tanto vale che me ne sto zitta, poi ci si è messo anche il padre di sti qua, che delle volte ride alle loro battute e mi giudica, chi sei tu per giudicarmi? io posso fare quel che mi pare senza il tuo consenso, lui dice che prendo la vita in modo negativo, ma saranno fatti miei? potrò prendere la vita come cavolo mi pare? no a quanto sembra, una cosa che odio è essere giudicata da chi non mi conosce, e in più, in modo negativo. Anche lui adesso non è di questa simpatia, io parlo poco, e lui parla poco, bene, lui non deve giudicarmi, ma questo è un problema a parte perchè è il meno. Il problema sono quei due stupidi che per ogni piccola cosa mi prendono in giro e io ci sto male, so che non dovrei farlo ma io sono fatta così, fuori sembro dura ma dentro ci sto malissimo. poi penso: Perchè in Corsica ero così felice? perchè c'era eleonora? beh si. li ero felicissima, e se sorridevo lo facevo veramente, e non perchè ne ero obbligata. la era tutto perfetto, T U T T O. avevo eleonora, le persone a cui volevo bene, degli amici che non ti giudicavano, un ragazzo che mi piaceva e mi dava attenzioni, bene, qui non ho niente di tutto questo. non ho eleonora, le persone a cui voglio più bene sono dall'altra parte dell'italia, lui idem, e gli amici li ho, ma non sono poi così speciali, come è possibile legare così tanto con una persona in 10 giorni quando con i miei compagni di classe che li vedo tutti i giorni ci lego pochissimo?! bah vabbè. Poi mia mamma viene anche a dirmi "ma tu non volevi venire a casa dalla corsica? non volevi vedermi?" NO, io volevo stare la, solo la, dove stavo bene, e non in sto schifo. Poi un'altra cosa, perchè ovviamente le sfortune non vengono mai da sole, ovvero che una in classe da me, mi assilla, la cosa che mi consola è che non sono l'unica che pensa sia pesante. ma questo è il problema minore, sta qui basta evitarla.. Potrei stare qui ad elencare i miei problemi tutta la sera, ma ve li risparmio, voglio scrivere una frase che ho letto, secondo me è verissima "la gente non se lo immagina neanche quanto una persona può morire dentro mostrando il suo sorriso più bello". ok ho finito.

Sfogo 1

scritto da anny911 il 27/11/2013 alle 21:46

Ciao blog.
Oggi mi devo sfogare. Oggi non è stata proprio una giornata orribile, diciamo che avrebbe potuto esserlo di più. Mattia non è venuto a scuola, e questo mi ha tolto tutta una serie di preoccupazioni che avevo. Intervallo da sola, camminando lentamente, testa bassa, poi improvvisamente arriva Richi che mi chiede come sto e io gli dico che sto bene, anche se non era vero e si vedeva. Lui si è accorto che avevo detto una grandissima cavolata, e allora ha provato a tirarmi su di morale, ha fatto qualche battuta e io mi sono pure messa a ridere, sono tornata i classe che mi sentivo già un po' meglio, poi compito di matematica... C'erano 10 espressioni con i mo nomi e i numeri razionali, le potense e le frazioni... e me ne sono venute nove con risultati decenti, poi non so se sono giuste o sbagliate. solo una l'ho sbagliata sicuramente, mi veniva come risultato centonovantuno noni.
Sono arrivata a casa in orario, mia mamma era in ferie. Sono entrata e vedo lei con una faccia da funerale lunga fino a per terra... e mi fa: "Ho parlato con la prof di italiano." tipo mi si è raffreddato il sangue nelle vene...
"Che ti ha detto?"
"Che non c'è nulla di cui essere felici, che potresti dare molto di più, che si rifiuta di darti sei, che vuole che tu prenda dieci, che non partecipi in classe, che te ne freghi della scuola."
"M-ma.. non è vero."
"Senti, fino ad oggi hai fatto come hai voluto tu, da adesso si fa come dico io. Quindi portami qui il libro di storia appena hai finito di mangiare." ho mangiato, poi le ho portato il libro di storia e lei mi ha obbligata  a studiare oggi un capitolo che devo portare lunedì... da ammazzarsi. L'ho studiato tutto, poi sono andata a tai chi con la Meg. Sono arrivata a casa verso le sette meno dieci e mi sono subito bettata in doccia con Take Me Home sparato a tutto volume. Finita la doccia ho cenato... mio papà all'improvviso si è messo a sgridarmi perchè non ascoltavo quello che diceva mia mamma e io sono finita per piangere e urlargli in faccia. Gli ho detto che i prof pretendono troppo da me, che se invece di prendere dieci prendo nove, loro mi dicono che non ce la farò mai, che tutto mi va malissimo, che non c'è alcuna ragione per cui io debba continuare a lottare contro un muro ci cemento così alto e forte.
Che poi alla fine è vero.
La prof di italiano, siccome ho preso sette meno in un tema, mi ha detto che non mi sto impegnando, che se continuo così non mi manderà al classico, che avrei le capacità ma che non mi applico... io non so più cosa fare. Sembra che da quando abbia compiuto 13 anni, la mia vita abbia iniziato improvvisamente a fare schifo. Pazzesco, no? Eppure...

...non lo sopporto, ma ho paura...

scritto da chiarettah il 27/11/2013 alle 16:11

Ciao a tutti, oggi vi vorrei deprimere con uno di questi post che sono inutili e occupano spazio (vedete come sono deprimente? NdrME).
Comunque, vi spiego: durante la lezione di mate, mentre io facevo le mie espressioni, N (lo chiamerò N, per motivi di privacy NdrME)
mi ha cominciato a dare fastidio e faceva cose fastidiose.
Sapete come sono fatta, ho perso la pazienza e invece di arrabbiarmi mi sono messa a piangere come una sciocca.
La prof. di mate se ne è accorta e gli ha messo una bella nota, e inoltre gli ha assegnato 8 espressioni in più rispetto a quelle assegnate.
Voi direte:-Non dovevi piangere!- ma io piangendo esprimo la mia rabbia, e questo sia ben chiarissimo per tutti (e se dico tutti intendo tutti, quindi siete avvisati NdrME), e questo ok.
Però N si è arrabbiato, e mi ha detto che avrebbe detto alla prof. che io porto il cellulare a scuola (lo ha portato come lui e lo hanno portato anche altri studenti, non se la può prendere solo con me NdrME).
La prof. quando ha saputo che lo portavo (lo portano anche altri e anche N) ha detto chiaramente che non ci dobbiamo giocare e nemmeno farci foto, perché ha detto che ci avrebbe denunciato.
In quel momento mi è venuta una tremenda sensazione, io avevo fatto alcune foto in classe (lo ammetto, ma anche altri lo fanno!) e ci pure giocato (lo fanno anche altri!) però, la parola denuncia mi ha fatto paura.
Durante l'uscita, la mia compagna Sofia, così come tutti gli altri, hanno attaccato a N, io invece volevo diventare una formichina piccola piccola.
Poi, la prof. mi ha detto di parlare con me dopo che erano usciti tutti (poi alcune mie amiche mi hanno aspettato all'uscita).
Le ho detto tutto, io le avevo detto anche che avevo paura che lui mi potesse ancora offendere, mi ha tranquillizzato e mi ha detto che se mi minacciava, dovevo dire tutto a lei.
Ora, tiratemi pure le orecchie se ho portato il cellulare a scuola, ho fatto foto (che ho cancellato io stessa) e ho giocato (lo hanno fatto tutti), però ora ho paura.
Non so cosa mi vorrà fare N, però ho paura.

Chiara
"And anytime you feel the pain, Hey Jude refrain, don't carry the world upon your shoulders." (Hey Jude, The Beatles)

Una giornata da non ripetere

scritto da anny911 il 26/11/2013 alle 21:40

Caro blog...
sto male, sto davvero tanto tanto male. Scusami se ti secco con le mie inutili depressioni, ma ho bisogno di sfogarmi perchè se no scoppio davvero. Allora, evitiamo di parlare del passato, dico solo che io e Mattia abbiamo litigato. Questa è la terza volta che succede una cosa del genere, ed è lui che mi fa sempre stare male, esce con altre, mi dice delle cose e poi si smentisce, fa il misterioso... e questa volta mi ha fatto soffrire così tanto che io ho fatto una cosa bruttissima che non avrei mai dovuto fare. Adesso non vorrei mettere in allarme nessuno, io sto bene, non ho fatto nulla di molto grave, ho fatto una cosa che preferirei non dire perchè è una cosa davvero personale. Quindi dopo aver fatto questa cosa, oggi sono andata a scuola, lui non ci veniva da un bel po' e fatalità proprio oggi è tornato. A intervallo stavo camminando più o meno tranquillamente, quando lo vedo e cambio direzione. Ho iniziato a piangere, sentivo lui che mi chiamava, ma non volevo rispondere. Ho continuato a camminare tra la gente, finchè lui mi ha raggiunta e mi ha detto: "Che cavolo hai fatto?!" aveva scoperto quello che avevo fatto. "Non sono affari tuoi." gli ho risposto secca. "Sì invece." "No, non sei nè mia madre, nè mio padre, nè mio fratello, tu non centri nulla con me." "Senti, vuoi che parliamo e risolviamo o continuerai a fare così?" ha chiesto con aria piuttosto incavolata. "Continuerò così finchè capirai che mi hai fatto solo soffrire." "Ciao." ed è andato via. Ho ricominciato a piangere, poi è passato Richi che mi ha chiesto: "Che è successo?" lui sapeva già tutto di quello che era successo tra me e Mattia. Non gli ho risposto, l'ho abbracciato, e lui ha capito. Dopo gli ho raccontato bene ogni cosa, e lui stava per parlare quando è suonata la campanella e io ho dovuto tornare in classe. Alla fine della scuola, di solito c'è sempre un gruppo lì davanti e io e Richi ci siamo andati... e c'era anche mattia, con sua cugina, che è in classe sua. Lui è venuto da me e mi ha detto: "Non fare mai più quello che hai fatto." io ho risposto: "Perchè dovrei farlo? Per te, per caso?" "No, devi farlo per te stessa." "Beh di me stessa non me ne frega niente." " Allora fallo per me." "Per te?! E' per colpa tua se mi sono ridotta in questo stato, tu mi hai usata per tre mesi, e io stupida a venirti dietro. Per tre mesi continuavi a prendermi e mollarmi, prendermi e mollarmi, mi hai fatto solo stare male, mi facevi soffrire, poi mi rendevi felice, poi però di nuovo soffrivo a causa tua. Oltre a tutti i problemi che ho avuto anche tu hai iniziato a farmi stare male, e direi che ci sei riuscito; complimenti, obiettivo raggiunto. Ma sai una cosa? Questa volta non sarà come tutte le altre, non mi interessa di quello che farai e di quello che mi dirai, io sto male, e sto male per colpa tua." "Se è questo che vuoi, allora ciao." e mi ha girato le spalle andando via. In quel momento mi è scappata una parolaccia che però qui non ripeterò. Richi ha visto tutto, era a fianco a me, e visto che io avevo iniziato a piangere di nuovo, mi ha dato un fazzoletto e mi ha detto: "Hai fatto bene a dirgli quelle cose.".
Era già piuttosto tardi, quasi l'una e trenta, quindi ho accompagnato Richi a casa sua, e poi sono tornata a casa. Sono arrivata ai quaranta, ho chiamato mia mamma e mi sono presa parole perchè sono arrivata tardi. Ho mangiato, poi ho fatto una gara di matematica  a scuola e mi sono distratta un po' visto che c'erano tutti i miei amici. Ho fatto chitarra, e ho studiato fino a mezz'ora fa. Ora vado blog, se permetti sono anche molto stanca... Scrivo domani, forse.
Anna

Inverno

scritto da anny911 il 19/11/2013 alle 21:32

Caro blog...
Ormai sta arrivando l'inverno, e sai una cosa? non mi dispiace poi così tanto.
L'inverno è la stagione in cui vai con il tuo ragazzo al parco e gli tieni la mano così lui te la scalda, l'inverno è la stagione in cui inviti la tua migliore amica a casa tua e fate le sceme in camera fino a notte fonda, l'inverno è la stagione della cioccolata calda, della lana, dei cappotti, dei pensieri, dei libri, delle torte...
Mi piace l'inverno, d'inverno i pensieri più profondi riescono ad emergere e ad essere espressi, d'inverno è tutto molto più calmo, tranquillo, ogni cosa viene prima pensata e poi svolta, non come d'estate, che accade il contrario. XD D'inverno l'universo attorno a noi gira un po' più piano e la vita è più lenta... è come se andassimo in letargo con le azioni e risvegliassimo i pensieri. Contorto, come pensiero. Contorto, eppure tremendamente azzeccato.
Anny cuore

se un ragazzo ti lascia....

scritto da Lulvia il 18/11/2013 alle 20:15

ciao blogXD , sai una cosa???ho letto in un bigliettino una cosa che mi è piaciuta un sacco!!!diceva:
se il tuo ragazzo ti lascia gridagli america! così lui si ricorderà che siete stati uniti e che l'amore non si usa!!!
non bellissima???!!!:panda: :panda: :panda: io la adoro:cuoricini: :cuoricini: :cuoricini:!!!
appena troverò qualche altra frase carina che trovo nei bigliettini te le scrivo:ammiccante: :ammiccante: :ammiccante:!!!
ciaoooo blogghino!!!:3 :3 XD XD XD

Today :)

scritto da anny911 il 17/11/2013 alle 10:53

Caro blog...
oggi è stata una giornata un po' strana. In pratica c'è questo ragazzo che si chiama Mattia, ha un anno più di me, ma è in terza perchè l'hanno bocciato. Insomma c'è questo Mattia con cui mi sento, è come se stessimo insieme ma nessuno dei due ha mai "ufficializzato" la cosa. Insomma era da tipo tre giorni che non veniva a scuola... e oggi è tornato!! Tipo quando l'ho visto a intervallo mancava poco che lo uccidessi da quanto forte l'ho abbracciato XD  e c'era lui che continuava ad accarezzarmi la schiena, poi mi ha dato la mano e abbiamo iniziato a camminare... insomma non so cosa mi sia preso, ma ho iniziato ad essere timidissima!! Tipo lui mi guardava (come fa sempre) e io abbassavo lo sguardo e non riuscivo a togliermi quel sorriso da ebete dalla faccia. E poi quando siamo usciti da scuola pioveva e anche forte, e io tipo l'ho accompagnato fino alla sua fermata dell'autobus lavandomi da testa a piedi, e lui era piuttosto divertito da questo, perchè sapeva che avrei potuto benissimo andarmene a casa al caldo invece di stare a bagnarmi e a congelare dal freddo per aspettare lui.
Così mi ha chiesto: "Perchè ci tieni tanto ad accompagnarmi se ti stai lavando?!"
e io gli ho risposto prontamente: "Se ti do fastidio vado via" sorridendo... e ho fatto finta di andare via allora lui mi ha preso la mano e mi ha portata vicino a lui, e ha detto: "Mi dai un bacino?" e io ridendo: "No!!"
lui allora ha detto per fare l'orgoglioso: "Va be tanto non mi importa nulla." e si è girato dall'altra parte. allora l'ho messo difronte a me e l'ho baciato. Non è stato niente di che, ma Mattia mi mancava cavolooooo!!
Comunque non ho ancora ritrovato il cellulare :'( ... aiuto!!
Vabbe cucci vado a dormire cuore

sogno natalizio

scritto da ari03 il 16/11/2013 alle 20:23

Ciao blog ieri ho fatto un sogno molto strano.Ero in vacanza con la mia famiglia in Finlandia .Era natale e stavamo visitando una città (sempre della Finlandia).Per la città c'erano tante slitte trascinate da fantastiche rennecuore .Poi c'erano molte bancarelle di natale.

sono innamorata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

scritto da Eva2003 il 10/11/2013 alle 18:20

CIAO caro blog XD cuore XD !IO  una notte ho fatto u nosgno bellissimo che ero a scuola e ho visto Takasu che il personaggIO DI UN MANGA STAVA PARLANDO POI SI E GIRATO  e mi ha FATTO UN OCCHIOLINO STUPENDO :cuoricini: ed ho ricambiato!E cosi che adesso adoro Takasu :io quando guardo  la tv o penso  immagino che invece che taiga ci fossi io cuore !CIAO TVB A TUTTI
cuore La collezionista di sorrisi. cuore

Love the way you lie

scritto da anny911 il 06/11/2013 alle 21:42

*Il titolo del post è il nome della canzone che sto ascoltando, una canzone davvero meravigliosa di Rihanna e Eminem.*
Ciao bloggucciooooooo come stai?
Io tutto ok... più o meno.
Tra pochi giorni è il mio compleanno :3
E farò la festa in una pizzeria a Mestre :D
Così finalmente avrò i tredici anni che aspetto da tanto (Odio essere nata a fine anno D: )
COMUNQUE dimmi tu se è normale avere i brividi ascoltando due parole (DUE DI NUMERO!!) cantate insieme da un rapper e una cantante. Non so perchè ma la voce di Eminem mi fa uno strano effetto, soprattutto quando nella canzone "Love the way you lie" dice "Just gonna" insieme a Rihanna. Ammiro molto anche lei. :love:
Ma io penso di essere iper emotiva o cose del genere, tipo ieri nella cosiddetta "Trasmissione dei pacchi" c'era Story Of My Life e io sono andata TOTALMENTE in stato di agitazione e pazzia, mi sono messa a saltellare ovunque, ho chiamato mia mamma e ho detto "Mamma guarda ci sono i One D ad affari tuoi!!! Guarda guardaaaaa!!"
Dopo ho capito che non gliene fregava nulla e allora mi sono calmata :asd:
OH MIO DIO HO APPENA SENTITO LA CANZONE PIU' BELLA DELLA TERRA!!! Allora no, le più belle della terra sono le canzoni dei One D, ma Space Bound è BELLISSIMAAAAA!!
Va bene, adesso mi calmo e respiro O.O
Sono in punizione :(  Quindi devo andare...
Notte piccolo blog!!:cuoricini:

Il mio tema :)

scritto da anny911 il 04/11/2013 alle 20:51

Ciau blogghettuccio... ancora l'anno scorso ho scritto questo tema, che ho dedicato a un mio carissimo amico, che ancora adesso mi vuole strabene, anche se non è più in classe mia, perchè i prof gli hanno fatto ripetere l'anno. Così volevo rendere pubblico questo racconto, perchè a me piace tantissimo, quindi eccolo qui:
www.ilgomitolo.net/racconti/james/

spero che ti piaccia          
cuore
Tanto love a te e a Ricky (che poi sarebbe questo mio amico) :cuoricini:

Ciau :)

scritto da anny911 il 03/11/2013 alle 22:51

Ciau blogguccioooooo
come stai? spero vada tutto bene, io non so come definirmi.... diciamo indecisa O.O
Non so se fidarmi di una persona che mi ha tradito, che ho perdonato e che momentaneamente penso mi piaccia e anche parecchio, come io piaccio a lui.
Quindi non so, sono felicissima perchè tra noi le cose si sono risolte, ma sono incerta... devo fidarmi?
Non so...
comunque, oggi sono stata in divano all the day.
Mi hanno rubato il telefono a scuola... quindi addio mondo.
Non ho più musica, immagini, contatti con il mondo, non posso più utilizzare la quantità infinita di media che usavo prima e la cosa mi manda abbastanza in panico, perchè io vivo dipendendo dai media.
mi svegliavo leggendo le news sul web, andavo a scuola ascoltando la musica da internet, facevo ricerche per scuola, approfondivo gli argomenti che studiavo, tutto online. E improvvisamente mi restano un computer scassato e la play station di mio fratello...
TERRIBILE!
Oltre a questo, tutto bene, a scuola sto cercando di migliorare un po' di votacci, ma dovrei farcela.
L'anno prossimo non  so dove andrò, forse al classico, o al linguistico. Non lo so. Amo leggere, scrivere, ma amo anche le lingue.
I MIEI SONO FISSATI CON LO SCIENTIFICO CAVOLO!!
Ma comunque dicono che la scelta è mia, per fortuna.
Quindi penso andrò al classico. Nel frattempo, devo impegnarmi per quest'anno, per l'esame e tutto il resto. Bene. Ora vado a dormire se no domani prendo il sonno in classe. notte bellissimo cuore