Il Gomitolo


La posta del cuore

#3379 Il 09/01/2021 Julietta di 14 anni ha scritto:
Carissima,
ho deciso di scrivere questo messaggio perchè mi sento sbagliata. Ho 14 anni e frequento la quarta ginnasio al classico. Sono una ragazza semplice: non mi trucco e non sopporto nè i jeans strappati nè le maglie troppo scollate. Quando conosco nuove persone sono abbastanza timida, ma poi mi rivelo una grande chiacchierona. Sono una persona molto studiosa e durante la settimana sono sempre impegnata con i compiti, per cui non posso quasi mai uscire con i miei amici, nonostante me lo chiedano quasi tutti i pomeriggi. In realtà non è che mi dispiaccia tantissimo, però intanto i miei compagni "crescono" (cominciano a vestirsi come veri ragazzi, si fidanzano, stringono nuove amicizie...), mentre io rimango confinata all'interno della mia camera a studiare. Inutile dire che ora in quarantena la situazione è ancora peggiorata: i miei genitori giustamente non mi fanno più uscire neanche il venerdì pomeriggio e penso di stare patendo molto la situazione...
Inoltre la mia migliore amica (che fino a un anno fa era "single forever" come me) si è fidanzata (lei vive in un paese abbastanza distante dal mio, per cui ci vediamo raramente dal vivo), e ora mi sento molto sola... lei esce con il suo ragazzo tutti i weekend, mentre io sto a casa da sola... Ho paura sia di perderla sia rimanere single a vita. Nella mia classe ci sono pochissimi maschi e tante ragazze: penso di non avere quasi speranza e, dato che non esco mai di casa, di non potere conoscere nessuno.

Ti sarei molto grata se potessi consigliarmi un modo per cercare di attenuare la mia tristezza e solitudine :)
Grazie per tutto
Julietta

La mia risposta:

Cara Julietta, leggendo le prime righe del tuo messaggio ho visto una ragazza serena, giudiziosa, consapevole dei propri gusti e autonoma nelle proprie scelte. Di sicuro non "sbagliata".

Poi ho visto pero' la "paura" di restare indietro, mentre vedi gli altri "crescere" o almeno cambiare nel modo che la societa' odierna indica. Perche' vedi, "cominciare a vestirsi come veri ragazzi" non significa crescere ma solo seguire una moda. Spesso ci si fidanza pure per moda, magari con coetanei che hanno tutt'altro per la testa e in poco tempo rompono la relazione, magari perche' preferiscono il motorino, la play, il calcio, ecc...

Intanto pero' prova a riflettere. Ti senti sbagliata perche' non ti piace come vivi, perche' vorresti ad esempio vestire diversamente, oppure perche' non stai facendo le cose che fanno gli altri e che identifichi come "crescere"?
Penso che se farai chiarezza in te stessa un po' di tristezza se ne andra' subito.

La solitudine invece deriva da questa situazione difficile con il virus che complica i rapporti esterni e le uscite e capisco la prudenza dei tuoi. Oggi serve pazienza ma vedrai che si potra' tornare a uscire, vedrai che avrai modo di passare tempo con i tuoi amici e che questo momento restera' un ricordo.
Per ora tieni duro e pensa che tu non sei sbagliata, anzi mi sembri una cara e bella persona!

Fammi sapere come vanno le cose, OK?
Ciao!

ics

Se vuoi fare una domanda riferita a ciò che ho scritto
o se vuoi aggiungere un consiglio per Julietta, rispondi a questo messaggio.



Consigli e cose utili

  • Prima di fare una domanda guarda se altri ne hanno fatta una simile.
  • Anche se non hai problemi leggi questa rubrica: conoscendo le esperienze degli altri affronterai meglio le tue!
  • Se ne hai voglia, puoi parlare di amicizia, amore e famiglia anche nel forum!
  • Puoi anche condividere una tua esperienza nel blog!
  • Guarda le schede quasi didattiche di zia Cris: potrebbero servirti!

Informazioni su questa rubrica