Il Gomitolo


I blog

Hai mai sentito parlare dei blog? Sono diari in cui puoi raccontare le tue esperienze: una giornata particolare, un pensiero, ecc... Il Gomitolo offre blog sicuri per bambini e ragazzi!

Nei blog ci sono 659 post!

Faccine: sì (cambia)
Stili e colori: sì (cambia)

I topi e l'attrazione

scritto da CaGnoLoSha il 10/07/2016 alle 12:13 in pensieri

L'attrazione è una cosa molto strana, non decidiamo noi di essere attratti, da chi essere attratti, e chi attrarre.. c'è chi prova attrazione per le persone di genere femminile e chi per quello di genere maschile, chi per entrambi e poi c'è chi non prova attrazione per nessuno (ma non ne so molto su questo quindi vado avanti prima di dire cavolate u_U' )
Solo che a me questa cosa sembra troppo falsa e brutta, secondo me non si può chiamare "amore" una persona che non decidi tu di amare... soprattutto se questo amore è condizionato.
Se la persona per la quale provi attrazione non ricambia, tu provi sofferenza, e a me questo non sembra amore... credo che il vero amore sia desiderare la felicità dell'altro, ma se vogliamo che anche l'altro sia interessato a noi, stiamo desiderando la nostra felicità, e quando amiamo qualcuno dovremmo essere felici che lui sia felice.
E' difficile ignorare la persona da cui siamo attratti, dato che ogni volta che ci siamo vicini è come se ci fosse un topo nel nostro stomaco che non sa dove andare :ratto: (forse sono i topi a decidere per chi dobbiamo provare attrazione), e il desiderio che ci sia un topo anche nello stomaco dell'altra persona è tanto... XD (topi mettetevi d'accordo), però a me non piace questo strano meccanismo umano che ci comanda e ci impedisce di vivere serenamente ç_ç
Di solito le persone prendono tutto questo in modo molto più sereno pensando che questo si chiami amore e che sia bello e blablabla ma io mi sono sempre sentita un robot telecomandato da... da un topo :ratto:
Ho finito, questo è un argomento su cui ho riflettuto molto in questi ultimi giorni, e la conclusione a cui sono arrivata è: i topi conquisteranno il mondo :lunanuova:
Una cagny con l'espressione di sasso :pasqua:
Bau!

Vacanza a Perugia: giorni tre, quattro e cinque. Prima parte.

scritto da Julia il 07/07/2016 alle 17:07 in vacanze e gite

Oook, non ho aggiornato molto la vacanza perchè 1 ho la memoria corta e 2 non abbiamo fatto un granchè quindi perdonatemi ma in ogni caso vi racconterò tutto.

Nei giorni tre e quattro siamo andati al POST cioè Perugia Officina delle Scienze e Tecnologie se non mi sbaglio.
La prima sala è la più bella e stupefacente perchè...beh, leggete!

In primo piano c'è una specie di giostra inclinata a pallini bianchi, se si cammina sui pallini bianchi è come un pianoforte, fa la scala...all'infinito!

C'è anche una gigantesca bacinella...per fare le bolle di sapone!!! Bisogna soltanto mettersi al centro, prendere il coso metallico (se sapete come si chiama ditemelooo) per fare le bolle di sapone e...sollevarlo! Ci si troverà in mezzo ad una bolla di sapone, chi ha mai sognato di entrare in una bolla di sapone alzi la mano (o il pollice): :si:

Ci sono anche due biciclette...per produrre elettricità!!! Addio bollette! Grazie a loro le lampade si accenderanno!

Poi si vede un grosso tubo di vetro collegato ad una pompa...cosa mai sarà??? Utilizzando la pompa ci si trasforma in nientemeno che...un delfino! Benvenute ciambolle!!! No no, avete sentito bene, non sono le ciambelle. ;)

C'è anche un bellissimo organo, simile ad un bellissimo pianoforte, solo molto piccolo e di legno! Se volete un pianoforte e non potete averlo venite qui!

Ora purtroppo devo uscire da un minuto all'altro e non voglio riscrivere tutto da capo ;)
Ciao!!!
~Things we lose have a way of coming back to us in the end, if not always in the way we expect~

Oggi è il mio compleanno!

scritto da Foca il 06/07/2016 alle 09:10 in pensieri

Oggi è il mio compleanno!cuore  E faccio 10 anni!:3
Tutti siamo buoni e cattivi dentro di noi ma l'importante è da che parte stare - Sirius Black

Un angelo nel mio giardino

scritto da Roxy04 il 05/07/2016 alle 20:12 in animali e natura

Il mese scorso una gatta randagia che vive nella nostra strada ha partorito 4 gattini, di cui 2 femmine e 2 maschi. Tutti gli altri gattini, quando li abbiamo visti, ci hanno quasi mangiato. Nuvola, la gattina bianca con un occhio verde e uno blu del colore del mare in tempesta, ha mosso la bocca per regalarci una smorfietta tenerosa ed è venuta a farci le fusa. Anche la mia mamma che odia i gatti la adora. Quella tenerona dagli occhioni monelli è entrata nella mia vita e la tengo in casa insieme alla mia cagnolina. Non sporca, si lascia lavare, mangia tutto e mi consola quando sono triste. Auguro a tutti una compagna di vita con la stessa empatia e tenerezza della mia gattina.:cuore: :cuorestelle:

Vacanza a Perugia: giorno due.

scritto da Julia il 05/07/2016 alle 09:18 in vacanze e gite

Buongiorno a tutti!
Come vedete ieri non vi ho scritto, perchè sono dovuta andare a letto subito.
Ieri volevamo visitare alcuni musei che avevo accuratamente selezionato, con orari, indirizzo, informazioni ecc. ma abbiamo visto che ora è diventato tutto su prenotazione O.Oquindi vedremo se possiamo prenotare un giorno prima.
Quindi abbiamo fatto una passeggiata e mi sono presa per la prima volta due palline di gelato alla cannella e alla nocciola. Dopo siamo tornati nel nostro appartamento e abbiamo pranzato, gnammy!
Poi siamo usciti di nuovo e abbiamo passeggiato, fino a quando non abbiamo visto (io ho visto XD ) che c'era un posto interessante: Rocca Paolina. Quel posto era meraviglioso, in pratica attraversavo la storia, solo che c'erano tantissime scale mobili per scendere e morivo di paura perchè era tutto scuro e illuminato da luci spettrali. Mi sono anche presa uno spavento perchè mia sorella, tenuta in braccio da mio padre, stava per cadere nella zona archeologica da molto alto ma per fortuna li ho fatti indietreggiare in tempo.
Usciti fuori abbiamo visto un mercato, ma i prezzi...! Una maglietta con scritto "Keep Calm and Love Perugia" costava ben 10!!! Quindi non abbiamo comprato un bel niente!
Siamo capitati in un parco bellissimo, e buffissimo, perchè in pratica c'era un sacco di gente che si è laureata e con l'alloro in testa sembravano degli alberi XD
In ogni caso siamo passati oltre e siamo andati a cercare delle cartoline. Non abbiamo trovato una cartolina della Minimetro per un mio amico appassionato di treni purtroppo, ma continueremo a cercare ovunque. Altrimenti, se proprio non c'è prendiamo tutte le brochure che troviamo sulla Minimetro e scattiamo dieci miliardi di foto.
Siamo stati in alcuni negozi, abbiamo bevuto un po' d'acqua e siamo tornati a casa.
Poi siamo usciti al ristorante, era buonissimo, gnammyyy!!!
Abbiamo fatto un giro e siamo tornati a casa a ronfare :nanna:
Vi volevo dire una cosa :D
Ho sbagliato i calcoli XD XD XD cioè che tornerò a casa il 7 e non l'8!!! Potrò festeggiare tutto il giorno!!!
Ora vi lascio, ciao!
~Things we lose have a way of coming back to us in the end, if not always in the way we expect~

Vacanza a Perugia: giorno uno.

scritto da Julia il 03/07/2016 alle 19:26 in vacanze e gite

Buonasera a tutti!
Oggi sono partita in vacanza a Perugia; ho preso il treno all'una e siamo arrivati a Roma un'ora dopo, per le tre ore successive sono stata in un altro treno. Si soffocava e non potevo alzarmi purtroppo. Abbiamo sgranocchiato qualcosina e io mi sono messa a leggere e a disegnare manga.
Tre ore dopo siamo arrivati, stanchi morti, e dopo essere andati in bagno ci siamo avviati verso la Minimetro. La Minimetro è una monorotaia senza conduttore che fa una strada precisa. Andarci è meraviglioso e si deve fare almeno una volta nella propria vita. Siamo arrivati in una piazza, siamo andati in una stradina e abbiamo trovato il nostro appartamento. La proprietaria ci ha accolti e ci ha spiegato tutto. Dopo è andata via, abbiamo mangiato, mio padre ha lottato per avere Internet e ora eccomi qui a scrivervi dalla mia stanza, con letto matrimoniale :asd: e pianoforte :love:
La vacanza comincia bene! Domani vedremo cosa fare. :) Spero tantissimo che l'8 luglio il treno si sbrighi un po' di più così posso festeggiare!
~Things we lose have a way of coming back to us in the end, if not always in the way we expect~

Lennon/Ono

scritto da chiarettah il 01/07/2016 alle 00:05 in musica

Ciao a tutti. Oggi, mentre ascoltavo Real Love (una canzone dei Beatles che è stata solo registrata, pubblicata solo della The Beatles Anthology 2) ho pensato a una delle coppie che ha suscitato più scalpore all'inizio degli anni Settanta: John Lennon (uno dei componenti dei Beatles, una delle più rivoluzionaried innovative band della storia) e Yoko Ono (artista giapponese). Essendo una grande fan del sopracitato gruppo musicale sentivo spesso il nome di questa Yoko Ono. Girando per forum beatlesiani ne leggevo di tutti su di lei, fan che le accusavano una grande colpa: lo scioglimento dei Beatles, avvenuto nell'aprile del 1970.
John Lennon conobbe Yoko Ono durante una sua mostra d'arte. Ora, non mi metto a spiegare come avvenne il loro incontro perché non è di questo che voglio parlare, ma da lì scattò qualcosa tra i due. Molti fan pensano che John si sia lasciato condizionare troppo dalla sua nuova compagna e moglie, che partecipava anche alle registrazioni e alle incisioni degli album. E così avrebbe stressato tutti gli altri componenti che, scocciati dalla sua presenza, avrebbero deciso di sciogliere i Beatles. Sempre secondo alcuni fan John si lasciava condizionare da Yoko e per questo si allontanava dal gruppo. Insomma, ci sono milioni di teorie riguardo lo storico scioglimento dei Fab Four, ma posso dire con certezza che per troppo tempo Yoko Ono è stata accusata di ciò. Personalmente non è stata stata lei il problema. C'erano già dei problemi di fondo: la morte del manager Brian Epstein, il detorioramento dei rapporti tra i componenti e molte altre cose che non sappiamo con chiarezza. Quello che mi chiedo è perché condannare Yoko, che non aveva colpa di nulla. Amare qualcuno, anche se è il membro dei Beatles o un mendicante, non è una colpa. Sicuramente John avrà cominciato a pensare a Yoko. In amore si comincia a pensare anche per chi si ama, è una cosa normalissima. Non li sto consacrando a santi: tutti e due commisero degli errori. Però molti condannano questo rapporto ingiustamente, come se amare un membro di una delle più famose band al mondo fosse un peccato. Io mi chiedo: ma non sareste felici per loro? Se si amavano (purtroppo parlo al passato, John fu assassinato l'8 dicembre 1980 da suo fan) perché lamentarsi. Avranno fatto delle cose considerate scandalose ma le fecero insieme perché erano felici. Io adoro questa coppia perché insieme li vedevo felici. Rivedendo le loro foto mi scappa sempre un sorriso perché li vedo affiatatissimi, innamorati l'uno dell'altra come nessuna altra coppia.
Quindi, non odiate Yoko. Non causò lo scioglimento dei Beatles (che si sarebbero sciolti comunque, lo dico da fan sfegatata). Rendeva felice John e viceversa. Non erano dei santi (come non lo è nessuno al mondo) ma fecero tutto insieme perché si amavano.
Questo è quello che penso.
Buona notte a tutti :lunapiena: ;

Chiara
"And anytime you feel the pain, Hey Jude refrain, don't carry the world upon your shoulders." (Hey Jude, The Beatles)

Capelli e pensieri contorti

scritto da chiarettah il 30/06/2016 alle 02:21 in pensieri

Ciao a tutti. Da tempo non scrivo nel blog, ma stasera mi è venuto un lampo di genio e ho deciso di scrivere qualcosa.
Volevo parlarvi di una delle mie più grandi passioni: i capelli. Le persone che mi conoscono sia qui sia nella realtà sanno come sono fissata e quanto tempo io dedico nel curarli.
Partiamo dal principio: sono sempre stata una grandissima amante dei capelli lunghissimi, ma la genetica è stata cattiva con me e ha deciso di offrirmi dei capelli spettacolari. Quando ero piccola erano fini, pochi e di un colore indefinibile. Aggiungendo poi che mia madre mi costringeva a tagliarli spesso ("Perché così cresceranno più velocemente!") facendo il caschetto o scalandoli ("Perché risulteranno più voluminosi!"). Insomma, non ebbi mai capelli lunghi oltre il seno. Col tempo si scurirono ancora di più e arrivai ad un castano che io vedevo anonimo. Così decisi di fare la più grande cavolata capillifera di tutta la mia breve vita: lo Shatush (che per chi non sapesse cos'è, si tratta di una decolorazione che parte dalle lunghezze in giù). All'inizio andava tutto bene, i miei capelli sembravano resistere. Poi arrivò uno dei momenti più bui: la separazione dei miei genitori. Per stress e per grande menefreghismo cominciai a non curarmi. Non riuscivo a guardarmi allo specchio perché mi vedevo brutta, inutile. Mi vedevo come una delle cause della separazione. In quel periodo, oltre ad avere crisi nervose che comportavano alcuni problemi di salute, curavo poco me stessa e i miei capelli. Il mio aspetto esteriore mostrava come stavo dentro: male. Riguardo i capelli facevo tutto in maniera totalmente errata: usavo la spazzola come se fosse stata un aratro, strappandomi tutti i capelli, lavavo spesso perché li vedevo sempre grassi. In quel momento non me ne importava perché avevo altri pensieri per la testa.
Poi, un bel giorno, decisi di dire basta.Basta a tutti quei pensieri, basta occuparsi degli altri (che puntualmente mi tradivano alle spalle), basta pensare a quello che pensavano gli altri.
Era il momento di pensare a me stessa. Cominciai a curarmi di più, a coltivare passioni e a frequentare nuove persone che mi hanno dato grandi soddisfazioni.
Cominciai a curare i capelli come volevo io e non gli altri. Volevo essere io a scegliere perché fino ad allora ero condizionata dal giudizio degli altri.
Li tinsi prima di rosso e poi di nero (usando hennè). Adesso li curo molto e punto a farli crescere oltre la schiena, come ho sempre voluto.
Questo collegamento che ho fatto è strano. Credo però che i miei capelli siano stati la dimostrazione di molte cose che ho subito: il lasciarsi condizionare, lo stress, la lenta rinascita.
Oggi sto cercando di andare oltre a quello che subii due anni fa. Ne sto subendo ancora i danni ma un giorno spero di poter dire che ci ho posto una pietra sopra.
Ho ancora delle ferite aperte che piano piano si rimargineranno (spero il più presto possibile).
Continuerò ad andare avanti credendo nei miei ideali, cosa che spesso mi viene ostacolata (ma questa è un'altra storia). Continuerò ad amare i Beatles, a leggere, a frequentare i miei amici, a studiare, a leggere, ad occuparmi del Gomitolo, a vivere.
E niente, dovevo parlarvi dei capelli ma ho finito col parlare più di me. Ne avevo bisogno XD.
Se avete letto fino a qui complimenti, avente vinto questo pezzo di pizza :pizza: .
Un salutino,
Chiara
"And anytime you feel the pain, Hey Jude refrain, don't carry the world upon your shoulders." (Hey Jude, The Beatles)

Mezzanotte

scritto da Julia il 30/06/2016 alle 00:00 in pensieri

Ora è mezzanotte e mi fermo un attimo a pensare a come è bella la notte, con la sua oscurirà, ti fa riflettere e ora penso al compleanno di mio padre, adesso.
Ciao!
~Things we lose have a way of coming back to us in the end, if not always in the way we expect~

Ho paura delle medie

scritto da Foca il 27/06/2016 alle 15:38 in scuola

Dal tittolo si capisce ho terrore delle medieX_x , vi spiego perchè:
1)Bulli, mi fanno fiffa solo a pensarci!:asd:
2)Prof, sono crudeli:O
Tutti siamo buoni e cattivi dentro di noi ma l'importante è da che parte stare - Sirius Black

Non esisto

scritto da -*Ireneviolafly*- il 26/06/2016 alle 22:20 in pensieri

caro blog,
l'unica cosa centrale di questo discorso è che HO PAURA.
HO PAURA HO PAURA
ho paura di perdere amici di rimare sola sofrendo ho paura di commttere errori grandi ho paura di passare le medie  male ho paura di stare male :'( :'( :'( :'( :'( :'( ho paura di perdere la mia famiglia ho paura dei cambiamenti ho paura di tutto
non so se riuscite a capirmi ma la paura che ho io è cosi forte che mi guardo allo specchio e vedo una bambina alta magra-grassa con una faccia schifosa e dico chi è quella.
in piu non mi conosco sono simpatica o antipatica? bella brutta? so stare con gli altri o non so stare insieme? il mio cuore è un cuore rosso o nero? quali sono le mie passioni? e i miei talenti?
la mia famiglia non ha bisogno di me il gomitolo anzi peggiora con me  le mie amiche stanno male con me io non merito questo io sono olo un essere vivente inutile sulla terra per niente perchè proprio i io devo soffrire :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'(
ragazzi non chiedo niente chiedo solo la parola AIUTO :'(
grazie
irene
La fimmina Irene :cagnolino:
ONCE UPON A TIME cuore

Il mio saggio di Ginnastica Ritmica

scritto da Julia il 26/06/2016 alle 20:58 in sport

Ciao!
Allora...il mio saggio è stato DA SCHIFO, e non scherzo...
Ero con due bambine di 6 anni e una di 10. In pratica ero l'unica ad andare a tempo. Non sapevo che si mettevano le mezze punte e non sapevo che dovevo fare l'chignon. Avevo quindi una coda mezza sciolta con le forcine in aria ed ero l'unica con i calzini NERI. Si vedevano a due chilometri di distanza...
Poi non ho fatto l'esercizio collettivo, eravamo solo in 4 a non farlo, tutto il resto della palestra, ginnastica ritmica, artistica e acrobatica, maschile e femminile lo faceva.
Poi non avevo il trucco. A me sarebbe bastato un pizzico di ombretto argentato!  Ma no, non ce l'avevo! Insomma, il peggior saggio della mia vita, anche perchè eravamo con il body a maniche lunghe che mi stava piccolissimo (anche se era la taglia più grande) e poi (dovevamo cambiarci, uffaaaa!!!!) avevo una culotte nera che mi stava piccolissima perchè l'ho comprata un secolo fa e una canottiera nera da donna taglia XS che mi stava gigantesca e mi scivolava sempre, mi si vedeva tutto sottooo.
Spero che siate più fortunate di me ^_^
~Things we lose have a way of coming back to us in the end, if not always in the way we expect~

Perchè in questi giorni sono un po' "trasparente"

scritto da -*Ireneviolafly*- il 23/06/2016 alle 22:25 in amicizia, amore e famiglia

Cari fili del gomitolo :cuoricini: in questo blog vi scriverò perchè in questi giorni sono un po "trasperente".
Iniziamo con la cosa con cui non vorrei parlarne cioè ,ho delle specie di crisi in famiglia però si stanno risolvendo.
Continuiamo con il discorso della famiglia entrambi i miei nonni stanno male e io mi sento molto addolorata perchè mia mamma non mi ha ancora detto cos'hanno scusate ma sto piangendo :'( :'( la cosa strana è che entrambi stanno male e io no so cosa farei senza di loro :'( :'( . Poi mio nonno oltre a stare male ha la mano gonfia perchè è caduto dalla scaletta.
In questi giorni sto male male ho il male alle ossa ho il raffreddore e poi col caldo che c'è svengo. In più non resisto alla polvere anche se non sono allergica.
Ragazzi io non so come scusarmi con voi ma la mia vita è distrutta in piu ho la paura delle medie. voi non vi meritate di stare con me, io porto sfortuna.
grazie per avermi ascoltato.
ps secondo me devo lasciare il gomitolo voi dovete stare in pace vi avviso poi mi sa che lasciero il gomitolo sabato
irene
voi siete tutto per me vi adoro grazie per aver passsato questo tempo con voi
:cuore:
La fimmina Irene :cagnolino:
ONCE UPON A TIME cuore

Grazie di vero cuore...

scritto da iCs il 18/06/2016 alle 00:28 in pensieri

Una delle canzoni del primo album solista del mio cantante preferito inizia con questi versi:

Credo che ho fatto buona musica
raccogliendo buoni giorni...


Ecco, se io guardo quel che mi avete regalato anche quest'anno non posso che pensare di avere fatto qualcosa di buono. Delia, che ringrazio, ha raccolto le vostre poesie, una piu' dolce dell'altra, commoventi, da squagliarsi. Poi ha raccolto i disegni e ne ha fatto un video, che mettero' presto nella mia pagina per ringraziarvi ancora meglio.

Per me il fatto che dei bambini e dei ragazzi mettano da parte le mille attivita' piu' interessanti della loro giornata, prendano carta e matite e facciano qualcosa per me, e'... e'... commovente e vale piu' di ogni cosa che abbia mai fatto io su questo sito per voi.

Grazie di cuore e sappiate che tutto cio' che mi avete scritto e' un grandissimo motivo di forza nei momenti un po' brutti che anch'io, come tutti, ho.
Un povero vecchio iCs ;)

Cose che non dirò mai alla diretta interessata

scritto da un filo che vuole restare anonimo il 09/06/2016 alle 01:18 in pensieri

"Cara M.
Ora starai sicuramente dormendo, ma
ti scrivo questa lettera, che probabilmente non leggerai mai, per dirti che non siamo affatto ciò che pensiamo di essere, ma siamo ciò che sentiamo di essere; e io sento che tu sei molto più di una semplice ragazzina di undici anni un po' più alta della sua età che è considerata strana perché le piace giocare a calcio, perché porta i capelli corti, perché si veste da maschio, perché non le piace giocare con le bambole e perché si sente più vicina al genere maschile che a quello femminile.
Sei molto più di una bambina che viene considerata brutta da dei ragazzini immaturi... magari ora ci dai peso, ma crescendo smetterai di dargli così tanta importanza, e soprattutto con tutti i ragazzi che ti verranno dietro capirai che hai un viso bellissimo e che l'ultima cosa che ti si può dire è che sei brutta...
La prima cosa che ho pensato quando ti ho visto per la prima volta è stata:"questa bambina ha un viso bellissimo, quando crescerà sarà bellissima" e lo penso tutt'ora.
Non so il perché ti dicano che sei brutta, forse perché sei poco femminile a detta loro, ma sei una delle ragazze più belle che io conosca...
Non restarci male quando ti dicono che sei poco femminile, perché loro sono poco intelligenti, ed è molto meglio essere dei "maschiacci" che essere ignoranti. Ognuno è maschile e femminile a modo suo, e tu sei femminile a modo tuo.
Io ti ammiro molto, sei tanto sincera e allo stesso tempo tanto spontanea: se non lo fossi non saresti quella che sei, e indosso non ti troveresti dei capelli corti, dei banali pantaloni e una semplice maglietta.
Riesci ad essere trasparente e allo stesso tempo a nascondere molte delle tue emozioni, ma c'è chi lo nota che tu non sei solo ciò che mostri, e non sono l'unica a notarlo.
Io ti voglio tanto bene, e stasera sentivo la necessità di scriverti questo, qualcosa che forse non leggerai mai, perché ogni volta che sono vicina a te mi trasmetti sempre tanta dolcezza e allegria allo stesso tempo. Sei una delle poche persone con cui mi sento a mio agio, e se non mi trovo bene con molti ragazzini della mia età, figuriamoci con quelli un po' più piccoli, che dovrebbero essere ancora più immaturi, ma tu non lo sei.
A volte puoi sembrare un po' bambina e vuoi avere sempre ragione su tutto, ma almeno tu mostri questa parte di te apertamente e in modo sincero, e non come fanno tanti adulti che fanno tanti discorsi sugli sbagli e sugli errori, ma poi sono troppo pigri per correggere i loro. (Forse non c'entra niente questo paragone ma in realtà c'entra)
Sono felice di averti conosciuta, io ti considero un modello da ammirare e spero che un giorno riuscirò ad essere me stessa con la tua stessa semplicità.
Ti voglio bene..."

Pagine:
« - < - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - > - »