Il Gomitolo


Spazio lettura

La festa del papà

Scopriamo insieme le origini e le tradizioni di questa amata festa
e come renderla speciale per i nostri papà!

Articolo a cura di Veronica (Fogny) con il contributo di Gabriele (ics)

La festa del papà

La festa del papà è una ricorrenza diffusa in tutto il mondo. In Italia viene festeggiata il 19 Marzo, il giorno di San Giuseppe che secondo la religione cattolica è il padre putativo di Gesù. In altre zone del mondo, invece, la festa si svolge in date differenti legate alle diverse tradizioni popolari e religiose.

Il papà venne festeggiato per la prima volta il 5 luglio 1908 in un paese della West Virginia. Appena un anno dopo una signora che nulla sapeva dell'evento del luglio precedente ascoltando un sermone in chiesa durante la festa della mamma, pensò di proporre l'ufficializzazione della festa del papà e la organizzò il 19 giugno 1910, scegliendo quel mese perché era lo stesso della nascita di suo padre. In USA da allora la festa del papà si tiene nella terza domenica di giugno.

Anche se la data della festa varia da paese a paese, dappertutto si accompagna la celebrazione con un regalo. Di solito nelle scuole dell'infanzia (asilo), nelle scuole primarie (elementari) e secondarie (medie) i bambini e ragazzi creano dei lavoretti da portare a casa. Ad esempio si scrivono pensierini, poesie e filastrocche da recitare al proprio papà o viene creato un disegno e scritta la tradizionale "lettera al papà".

La festa del 19 marzo, il giorno scelto per celebrare la festa in Italia, ha origini antiche: risale infatti a una tradizione pagana. Questo giorno coincide con la vigilia dell'equinozio di primavera in cui, all'epoca dei romani, si svolgevano i baccanali, dei riti in cui si celebrava la fertilità. Nello stesso periodo venivano svolti dei riti per purificare il raccolto. Ancora oggi in alcune regioni si fanno dei falò dei residui del raccolto dell'anno precedente.

I dolci tipici della festa del papà sono le zeppole così chiamate a Napoli, Puglia e Sicilia; frittelle a Firenze e a Roma. Sono dei dolci risalenti all'antica Roma fatti con un impasto simile a quello dei bignè. Possono essere fritte o al forno; all'interno vengono riempite di crema pasticcera e sopra marmellata di amarene. In Canton Ticino invece sono famosi i tortellini di san Giuseppe.

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata con una Licenza Creative Commons e può essere copiata e ridistribuita per fini non commerciali e a patto di citare l'autore e la fonte.


Stampa e copia!

Stampa questo articolo e fallo leggere ai tuoi amici, famigliari o allievi. La pagina conterrà solo il testo e gli approfondimenti, senza la grafica del sito e altre distrazioni.

Vuoi scrivere un articolo?

E' facile, ecco come si fa!