L'angolo della scuola

Predicato nominale, verbale, apposizione e nome del predicato

#848 Il 06/02/2013 Federica di 12 anni ha scritto:
Mi puoi dire 5 frasi dove ci sia il predicato verbale,il predicato nominale e l'apposizione del nome del predicato??
Grazie mille!! Ciauuu!! *-*

La mia risposta:

Ciao Federica!:)

Allooora... Sappiamo che il predicato nominale è quel costrutto formato dal verbo essere (la cosidetta copula) seguito da un nome o da un aggettivo. Indica quindi un modo di essere.
Quindi, ora ti faccio 5 frasi con il predicato nominale cosi puoi capire meglio:
- La mela è buona (<--- è buona = predicato nominale, poiché abbiamo il verbo essere + l'aggettivo buona)
- Il bambino è felice
- La mamma è arrabbiata
- Lo yogurt è scaduto
- Il libro è lungo.
Ovviamente le frasi possono essere anche più complesse, io ho cercato esempi più semplici per farti capire più facilmente. Si veda un caso del genere: Molto tempo fa, quando andavo a scuola ero sempre il migliore. <--- Nonostante la frase sembri più complessa il predicato nominale è comunque facilmente individuabile, in quanto "molto tempo fa" e "quando andavo a scuola" sono proposizioni aggiuntive che ci permettono di capirne meglio il senso; ma anche "ero sempre il migliore", preso singolarmente, ha senso compiuto.
Fin qui tutto chiaro? Lo spero!

Passiamo al predicato verbale: il predicato verbale è un costrutto formato invece da un verbo che indica un'azione compiuta, o subita dal soggetto. Indica quindi, non un modo di essere, ma un'azione. Facciamo i 5 esempi anche con il predicato verbale:
-La ragazza prende il libro
-Giovanni porta il cane a spasso
-Paola legge La Divina Commedia
-Il Sole splende alto nel cielo
-La penna scrive bene.
Vedi? Sono tutte frasi in cui il verbo indica un'azione e non un modo di essere.

Ricapitolando: PREDICATO NOMINALE ---> ci dice:CHI O CHE COSA E'? COME E'? (verbo essere +
                       aggettivo o nome riferito al soggetto)

                       PREDICATO VERBALE ---> ci dice:COSA FA? (verbo che indica un'azione compiuta o
                       subita dal soggetto)

Passiamo alla tua terza richiesta: da quanto ne so non esiste l'apposizione del nome del predicato.
Semmai esistono l'apposizione e il nome del predicato.

Il nome del predicato è il nome o l'aggettivo che completa il verbo essere nel caso del predicato nominale. I soliti esempi (facciamone 3, penso che tu capisca lo stesso!)
-Il cipresso è alto (<--- alto è il nome del predicato, perché completa il verbo essere, dando un senso alla frase.)
-I suoi capelli sono lunghi
-Il telefono è rotto.

L'apposizione: l'apposizione è un SOSTANTIVO che si aggiunge ad un altro per attribuirgli una proprietà particolare.Ad esempio:
-La Regina Elisabetta regnò a lungo <--- in questo caso regina è apposizione, perché si affianca ad un altro sostantivo (che in questo caso è soggetto)
NON sempre l'apposizione deve riferirsi al soggetto, infatti può anche riferirsi ad altri complementi:
-Io (soggetto) osservo il poeta Dante (poeta apposizione, legato a Dante, che è complemento oggetto)
Altri esempi:
-Io amo il cantante De Andrè (cantante apposizione)
E un'ultima più complessa: mio cugino gioca con Chiara, figlia di Roberto. (figlia è apposizione, in quanto specifica qualcosa in più riguardo Chiara).
NOTA BENE: fai molta attenzione a non confondere l'apposizione con l'aggettivo: l'apposizione è un SOSTANTIVO (Chiara, figlia di Roberto; la Regina Elisabetta etc), a differenza dell'aggettivo che invece si affianca al nome (ha dei bei capelli etc.)

Scusa se mi sono dilungata troppo, ma ho cercato di chiarire tutto al meglio! Spero d'essere stata utile!

Ciao:)

Corin

Se hai fatto tu la domanda oppure hai suggerimenti per Federica, rispondi a questo messaggio.
Se hai bisogno di altro, fai una nuova domanda e non collegarti a questa.

Domande collegate