L'angolo della scuola

Domanda

#113 Il 02/09/2011 Marty ^-^ di 14 anni ha scritto:
ciao fog..volevo chiederti: ma xk al liceo classico si studiano ancora il latino e il greco,pur essendo lingue morte?? o.O nn sarebbe meglio concentrarsi sulle lingue attuali,tipo inlgese,francese o spagnolo?? grz :***

La mia risposta:

Ciao Marty, sono felice che tu mi abbia fatto questa domanda. Penso che chiunque arrivi a frequentare un liceo classico o a desiderare di iscriversi si chieda: perché studiare greco e latino e non tedesco e francese?
La risposta è più complessa di quanto si possa credere.

Innanzitutto queste lingue sono presenti nella parlata quotidiana di quasi tutte le lingue europee; l'inglese presenta parole prese dal latino, il francese/spagnolo radici del greco e di conseguenza del latino; per non parlare che il tedesco ha ancora i casi come il latino, stessa sintassi, stessa morfologia del greco. Per non parlare della nostra lingua italiana che è immersa totalmente nelle radici del latino!

Inoltre sono le due lingue più  usate nell'ambito scientifico: in medicina la difficoltà maggiore che si presenta è di imparare a memoria tanti nomi complessi; chi conosce le radici del greco e del latino riesce ad assimilarle meglio per il bagaglio conoscitivo che si porta dietro dallo studio delle lingue classiche.

Sono lingue presenti nella cultura (filosofia, nelle opere poetiche e liriche, in teatro o al museo) e solo chi le studia, chi si approccia a queste lingue può spiegarne il valore e il significato.

Inoltre studiare il latino/greco favorisce l'apprendimento memonico: allenare la memoria serve per qualsiasi materia orale. Traducendo poi i testi dal latino o greco all'italiano si amplia il proprio registro linguistico indispensabile per esprimersi bene oralmente o per scrivere dei bei temi.

Ma soprattutto studiare queste lingue permette di allenare il cervello, la logica: tradurre un testo latino/greco è come risolvere un'equazione di matematica!

Infine, mi viene da dire, che studiando queste lingue si acquisisce un metodo di studio rigoroso, preciso che servirà per affrontare una qualsiasi università.

Tu dici che sono lingue morte beh... se ti guardi attorno ti accorgi che non è affatto così! Anche mentre parli tu non te ne accorgi, ma stai richiamando queste lingue antiche... sapevi per esempio che "deficente" (diventato nel nostro gergo un insulto) deriva dal latino deficio che vuol dire venire meno e che in realtà significa "mancante in qualcosa"? ;)

E poi, scusa... ma non studi ogni giorno la storia di tanti anni fa anche se tutte quelle persone sono morte, anche se quei fatti sono ormai passati? Non studi ogni giorno autori di letteratura ormai morti? Non studi filosofi ormai morti? Non studi civiltà ormai estinte? Si, è ovvio che tu studia tutte queste cose ormai passate... perché solo conoscendo il nostro passato possiamo capire il nostro presente, essere critici riguardo ad esso e comprendere chi siamo, come siamo e perché siamo così... Ne va del nostro bagaglio culturale e credimi che ti serve per capire il mondo che ti circonda!

Leggi anche queste considerazioni: www.alepalma67.com/difesalatino.htm

Ciao!

Fogny

Hashtag automatici: #varie

Se hai fatto tu la domanda oppure hai suggerimenti per Marty ^-^, rispondi a questo messaggio.
Se hai bisogno di altro, fai una nuova domanda e non collegarti a questa.