Il Gomitolo


Questioni e dubbi religiosi

La domanda di Salvatore:

#1130 Il 09/07/2019 Salvatore di 17 anni ha scritto:
Le voglio un mondo di bene.
Lei non sa quanto per me valga tutto questo...
Lei non sa da cosa mi sta salvando...
Spero che un giorno possa arrivare il momento dove io le scriva solo per farle degli auguri, senza disturbarla per delle domande apparentemente stupide.
Io a volte mi sento a disagio a scriverle così tante volte, a volte ho paura di essere ineducato, ma cerco sempre di andare oltre questo, non perché non rispetti le persone ma perché sono abbastanza certo che questo timore è opera della tentazione, che avendo paura di lei vuole che io non le scriva più, oppure che aspetti del tempo così i suoi attacchi possono andare a buon fine.
Spero possa arrivare il giorno dove finalmente mi libererò da questo regime oscuro che si è instaurato con la prepotenza dentro di me.
Mentre quella tentazione ride quando mi vede cadere io spero con tutto il cuore, la mia speranza Padre è aumentata quando lessi su Internet una frase di Dio che sembrava scritta per me: "Abbandonati a Me, supereremo insieme i piani del nemico".
Questo nemico, colui che entrò in me nell'Aprile del 2019, che si "presentò" come una coscienza delicata, ma che non aveva nulla di buono. Quella tentazione se ne andrà presto, già ha perso molto potere.

Padre... lei sa perché le scrivo così tanto? Perché di lei mi fido, so che ha un'autorità religiosa. E solo chi ha un'autorità religiosa può tenergli testa. Se solo sapesse quante risposte di laici la mia tentazione ha fatto fuori. Se non ci fosse stato lei Padre, molte domande si sarebbero convertiti in dubbi, in attacchi che le avrebbero permesso di distruggermi. Padre quello che fa per me non ha prezzo, è uno dei più grandi atti di carità che mi sia mai stato fatto.

Presto troverò un confessore, quando avrò la possibilità di andare in Chiesa (spero presto).

Intanto, Padre, mi aiuti a sferrare alla mia tentazione un altro attacco per favore.

Lessi tanto tempo fa in un "galateo per cristiani" (che però era di molto tempo fa) che è un difetto alzarsi e andare a dormire tardi. Le chiedo... è vero? E' un peccato alzarsi tardi o coricarsi tardi? Se sì, di che gravità? Veniale o mortale?

Che lei sia benedetto, Padre.

La mia risposta:

Ciao, Salvatore. Grazie per i tuoi ringraziamenti, ma ricorda che è Gesù che opera in noi, quindi ringrazia lui e sta tranquillo perchè lui ti accompagna sempre. Auguri di serenità e pace.
Per il dormire prsto o tardi, dormi tranquillo quando e quanto puoi.   Ciao

don Nereo

Se vuoi fare una domanda riferita a ciò che ho scritto
o se vuoi aggiungere un consiglio per Salvatore, rispondi a questo messaggio.



Consigli e cose utili

  • Prima di fare una domanda guarda se altri ne hanno fatta una simile.
  • Anche se non hai problemi leggi questa rubrica: conoscendo le esperienze degli altri affronterai meglio le tue!
  • Se ne hai voglia, puoi parlare di religioni anche nel forum!
  • Guarda le nostre schede didattiche di religione, potrebbero servirti!
  • Guarda i siti sulle religioni nel nostro archivio.

Informazioni su questa rubrica