Il Gomitolo


Spazio lettura

Tentazioni e rischi su Internet

Come spiegare a bambini e ragazzi i pericoli di Internet?
Un modo potrebbe essere raccontare loro cosa può succedere facendo certe cose...
Noi ci proviamo!

Articolo a cura di Gabriele (ics)

Impariamo dagli errori altrui con questi brevi racconti.
Sono storie ispirate a fatti di cronaca realmente accaduti, ma ovviamente abbiamo inventato i nomi e i dettagli che leggerete.

Paola e le canzoni

Tentazione:
Ecco un... virus!

Paola vuole l'ultimo successo del suo cantante preferito. Scarica un programma di p2p, scrive il nome del cantante e tutta contenta prende l'intero album. Che strano, il nome del file finisce con .exe!

Rischio:

Paola non sta scaricando l'album del suo mito (e già sarebbe un reato) ma un programma per computer che probabilmente contiene un virus! Quando lo aprirà il suo antivirus potrebbe non riconoscerlo in tempo e quindi Paola si troverebbe con un virus che blocca il computer o trasmette tutti i dati personali (anche il conto di papà) a qualche criminale! Vale lo stesso per Marco che pensa di potersi prendere gratis con un clic l'ultimo Photoshop...

Nello e il cartone animato per la nipotina

Tentazione:

Nello ha 65 anni e una nipotina che adora. La bimba vuole rivedere il cartone animato che ha visto qualche giorno prima al cinema con la mamma. Nello, come Paola, apre un programma di p2p, cerca il nome del film e inizia a scaricarlo...

Rischio:

Nello apre il film e inorridisce: non ci sono le dolci immagini descritte dalla nipote ma si vedono bambini sottoposti a terribili cattiverie!
Qualcuno ha chiamato quel video criminale con il nome di un cartone animato per far sì che in tanti lo scaricassero, sperando di trovare persone interessate a comprare altri terribili video simili.
Dato che con i programmi di p2p chi scarica contemporaneamente offre ad altri, anche Nello si è reso complice della diffusione di quell'orrore!
Poche settimane dopo si trova indagato dalla polizia e con il nome sul giornale, accusato di diffusione di materiale pedopornografico, un reato orribile ai danni dei bambini!

Elisa e l'amica di chat

Tentazione:
Una chiacchierata in chat

Elisa ha 9 anni e da pochi giorni ha avuto il permesso di usare le chat. Chatta ogni sera con Alessia, una sua coetanea simpaticissima che la ascolta, la fa ridere, le dà consigli molto saggi e soprattutto la consola quando litiga con la mamma. Elisa si fida davvero di Alessia e le piacerebbe incontrarla... anche perché Alessia ha detto di abitare in un paese vicino al suo!

Rischio:

Alessia potrebbe avere davvero 9 anni ed essere buona e simpatica, ma potrebbe anche essere un uomo adulto ed Elisa non ha nessun modo per saperlo!
Elisa potrebbe chiederle una foto, ma Alessia ne potrebbe dare una falsa. Eli potrebbe anche chiederle di parlare con il microfono, ma ci sono programmi per alterare la voce.
Su Internet possono nascere amicizie, è vero, ma prima di fidarsi di qualcuno al punto da pensare di incontrarlo bisogna che i genitori (sia dell'una sia dell'altra bambina) si parlino e si accertino della vera identità delle persone. Prima bisogna evitare di dare troppe informazioni personali o sognare incontri che potrebbero rivelarsi pericolosi!
E anche dopo ogni verifica, mai accettare di incontrare qualcuno da soli. Si va con mamma e papà e ci si dà appuntamento in un posto pubblico molto frequentato.
L'imprudenza ha fatto passare brutte avventure anche agli adulti, quindi bambini e ragazzi state attenti!

Giuseppe e l'allarme virus

Tentazione:

Giuseppe è l'esperto di casa: sa usare bene il computer e il papà chiede sempre aiuto a lui quando è in difficoltà. Un giorno mentre sta navigando in un sito compare un messaggio che avvisa di un virus nel PC e offre uno strano antivirus gratuito da scaricare subito! Giuseppe non l'ha mai sentito ma è gratuito e quindi clicca OK...

Rischio:

Mai credere ai banner che appaiono durante la navigazione e scaricare programmi sconosciuti. Ci sono molti finti antivirus che invece di proteggere il PC lo infettano e poi chiedono "un riscatto" da pagare con la carta di credito per ripulirlo!
Attenzione anche ai siti che offrono programmi costosi a prezzi bassissimi o addirittura gratis: sono iniziative illegali o si tratta di trappole per far scaricare virus...

Una richiesta strana per Marilena

Tentazione:

Marilena con il PC è una frana e combina sempre guai. E-mail Una sera riceve una email che dice di andare sul sito della banca del papà e mettere nome e password per un controllo di sicurezza urgente. Convinta di poter dimostrare a tutti che lei il PC lo sa usare con giudizio clicca il link nella mail e inserisce la password del padre che gli ha visto scrivere una sera...

Rischio:

Questo non è un rischio ma una terribile conseguenza: la mail era una trappola e Marilena è finita su un sito falso creato da criminali per rubare le password! Adesso chissà chi ha accesso a tutti i risparmi della famiglia!!!
Quasi tutti ricevono email o messaggi nei social network che dicono di andare su un sito e mettere i propri dati per un controllo. Può essere una banca, la posta o l'account di Facebook, Google ecc: non fatelo mai, in nessun caso!
Per quanto la mail sembri reale e allarmante è sempre una fregatura mandata da malintenzionati per rubarvi i dati!

Christian, 18 anni... fra un (bel) po'!

Tentazione:

Christian vuole proprio iscriversi a quel social network in cui vanno alcuni compagni che invidia tanto. Però c'è scritto che bisogna avere almeno 13 anni e lui ne ha solo 10!
Ci pensa un po' su e poi si iscrive mettendo come età 18 anni ("così penseranno che sono grande e non mi daranno fastidio")...

Rischio:

Purtroppo per Christian dire di avere 18 anni non lo mette al sicuro da nessun rischio, anzi gliene fa correre molti di più: un diciottenne che aggiunge come amici dei bambini di una classe elementare ed entra nel gruppo della stessa è sospetto!
Un giorno, poi, il cugino di un compagno lo vede, non capisce che è un bambino e pensando di parlare a un coetaneo gli manda un sito con contenuti spaventosi. Christian si spaventa e proprio in quel momento entra la mamma che scopre tutto e gli toglie il PC fino ai... 18 anni!

Francesca nel social network

Tentazione:
Collegamenti fra persone nei social network

Evvai, pensa Francesca. Finalmente su Facebook come tutte le sue amiche. Lei non è stupida, dovevano darglielo prima!
Non mette il cognome e non dà foto. Rende i dati accessibili solo agli amici e aggiunge soltanto le compagne di scuola e quelle del catechismo. Francesca è molto attiva: lascia ogni giorno commenti nella bacheca degli amici e partecipa ai gruppi della classe e della parrocchia. A Martino racconta che lei va a scuola fino alle 14 tranne il giovedì che esce alle 16.30. Con Ludovica si lagna che certe sere d'inverno fuori da scuola è buio e se non fosse che la va a prendere il padre avrebbe un po' di fifa. Poi un giorno racconta seccata che "papà ha l'influenza ed è sempre a casa che rompe!"...

Rischio:

Francesca racconta tanti frammenti della sua vita. Certo la leggono solo gli amici che conosce, ma chissà se questi amici tengono segreta la propria password o se fanno vedere quel che leggono ad altri coetanei, cugini o...
Il problema è che mettendo insieme tutte le cose che Francesca dice un malintenzionato può sapere quando prenderla alla sprovvista, magari un giovedì sera quando è buio e il padre influenzato non può andarla a prendere!
Bisogna stare attenti a ciò che si scrive su Internet, in qualsiasi sito ma soprattutto in quelli in cui si parla di se stessi e si condivide la propria vita, come ad esempio i social network.

Attenzione!

Di pericoli sul web ce ne sono tanti, questi sono solo alcuni esempi...
La raccomandazione è di PENSARE PRIMA DI CLICCARE!

Scaricare film, canzoni e programmi normalmente in commercio è illegale e oltre a una denuncia può riservare altre brutte sorprese, ma si corrono rischi anche con comportamenti apparentemente permessi!

Attenti a quello che raccontate e ricordate che le cose che inserite in Internet non sono cancellabili: anche se togliete una foto o cancellate un messaggio, altri l'hanno già letto o salvato sul proprio computer e possono diffonderlo!

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata con una Licenza Creative Commons e può essere copiata e ridistribuita per fini non commerciali e a patto di citare l'autore e la fonte.


Stampa e copia!

Stampa questo articolo e fallo leggere ai tuoi amici, famigliari o allievi. La pagina conterrà solo il testo e gli approfondimenti, senza la grafica del sito e altre distrazioni.

Vuoi scrivere un articolo?

E' facile, ecco come si fa!