Il Gomitolo


Questioni e dubbi religiosi

La domanda di Luca:

#1143 Il 12/08/2019 Luca di 31 anni ha scritto:
Gentile don Nereo!

La contatto, per chiederle di chiarirmi una questione, che riguarda la confessione.
Sicuramente, confessarsi è importante, perchè, il " Primo-passo ", per la conversione, è proprio il pentimento dei propri peccati; anh'io, mi confesso mensilmente!
Il dubbio, che mi pongo però, è un altro: " Qual è la vera utilità della confessione, se poi, Dio, magari, nel giorno della nostra morte , quando ci giudicherà, presenterà un " Conto " diverso, rispetto al nostro esame di coscienza ? é giusto sì, pentirsi del male commesso, ma poi i reali benefici, quali sono, se poi, il giudizio-divino, può essere diverso dal nostro " ?

La ringrazio per la sua disponibilità!

Cordiali saluti!

P:S: Porgo l'occasione, per augurarle una serena e santa festa dell'Assunta!

Luca

La mia risposta:

Ciao, Luca. Dio è Padre ch desidera solo la nostra felicità ed è contento quando riconosciamo che abbiamo bisogno del suo perdono e della sua carezza.
La nostra confessione è proprio questo. inoltre il male fatto è solo quello che riconosciamo come tale con la nostra retta coscienza; Dio non giudica al di fuori di essa. Ci viene a cercare e ci attende sulla porta mentre gli diciamo: Papà, eccomi con le mie miserie il mio amore. Ci dirà: Gesù ha pagato tutto per te; vieni figlio mio"    Tutto qui.   Ciao

don Nereo

Se vuoi fare una domanda riferita a ciò che ho scritto
o se vuoi aggiungere un consiglio per Luca, rispondi a questo messaggio.



Consigli e cose utili

  • Prima di fare una domanda guarda se altri ne hanno fatta una simile.
  • Anche se non hai problemi leggi questa rubrica: conoscendo le esperienze degli altri affronterai meglio le tue!
  • Se ne hai voglia, puoi parlare di religioni anche nel forum!
  • Guarda le nostre schede didattiche di religione, potrebbero servirti!
  • Guarda i siti sulle religioni nel nostro archivio.

Informazioni su questa rubrica