Il Gomitolo


Interviste

Rossella, fisioterapista

Rossella coordina i fisioterapisti all'ospedale civile di Venezia per la riabilitazione dei malati!

Intervista realizzata da Sara e Rosetta con l'aiuto dei frequentatori del Gomitolo

Ciao Rossella, in cosa consiste la tua professione?

Ciao, io sono una fisioterapista.
Il fisioterapista è un operatore sanitario esperto nella rieducazione motoria e posturale (se non conosci il significato di queste parole guarda il riquadro, NdR).

Che differenza c'è fra un fisioterapista e un ortopedico?

L'ortopedico è un medico specializzato nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione delle patologie che possono colpire i muscoli, le ossa, i tendini e i legamenti presenti nel corpo umano. Lui fa la diagnosi e il trattamento chirurgico, io intervengo dopo per far tornare il paziente alla piena autonomia.

Che strumenti usi?

Uso svariati strumenti per raggiungere gli obbiettivi prefissati che dipendono dal problema del paziente. Per esempio uso pesi, palle, corde, terapie elettriche (non fanno male!), macchine da palestra, bende elastiche... ma gli strumenti più importanti sono le mani!

Che tipi di cure fa fare un fisioterapista?

A seconda della malattia e delle condizioni posso assegnare esercizi che il paziente esegue da solo o aiutato oppure posso intervenire direttamente "mobilizzando" il paziente in maniera passiva, ovvero lui non fa niente e io agisco sulle parti del corpo che hanno bisogno di riabilitazione.

Il fisioterapista dà anche farmaci?

No, i farmaci vengono prescritti solo dal medico.

Quali patologie cura un fisioterapista?

Il fisioterapista cura patologie congenite (cioè che il paziente ha da quando è nato) o acquisite a causa di malattie o incidenti. Queste patologie possono riguardare i muscoli, le ossa, il sistema nervoso o le viscere.

Come hai scelto di diventare fisioterapista?

La scelta di diventare fisioterapista l'ho maturata durante la scuola superiore. Mi piaceva la professione sanitaria.

Che percorso di studi hai seguito?

Dopo la maturità scientifica ho fatto il test di ammissione per accedere alla laurea di Fisioterapia.

Per diventare fisioterapista si deve conseguire una laurea di primo livello, perciò triennale dopo aver passato il test di ammissione a numero chiuso.

Per fare il fisioterapista bisogna essere fisicamente forti?

Sicuramente se si è fisicamente forti si fa meno fatica...

A chi consiglieresti questo lavoro? A chi è più adatto?

Consiglierei questa professione alle persone a cui piace lavorare a contatto con la gente, a chi ha tanta pazienza, a chi non ha paura di lavorare con gli ammalati e perciò con il dolore.

Hai a che fare solo con adulti o anche con bambini?

Prevalentemente i pazienti che seguo sono adulti, ma succede di dover riabilitare anche bambini e perfino neonati.

Se un paziente ha paura cosa fai?

Di solito i pazienti hanno paura di sentire male, perciò io personalmente cerco di conquistare la loro fiducia.

Un'ultima domanda: come hai conosciuto la nostra Sara? È stata una brava paziente???

Sara l'ho conosciuta durante il tirocinio in ospedale a Mestre. Frequentavo il secondo anno e la mia tutor di riferimento era la terapista che seguiva Sara.

E... Sara non si può definire una brava paziente ma super! Diciamo che con il suo carattere mi ha fatto appassionare veramente alla professione di fisioterapista, che come scopo principale ha il benessere del paziente.

Ciao!
Rossella

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata con una Licenza Creative Commons e può essere copiata e ridistribuita per fini non commerciali e a patto di citare l'autore e la fonte.


Parole difficili

  • La rieducazione motoria serve a ristabilire il normale funzionamento dei muscoli, delle articolazioni e la coordinazione del movimento di uno o più arti.
  • La rieducazione posturale serve a repristinare l'equilibrio del corpo a livello muscolare e scheletrico.
  • "mobilizzare" significa ridare mobilità ad uno o più parti del corpo che una persona non aveva potuto muovere a lungo.

Approfondimenti

Stampa e copia!

Stampa questa intervista e falla leggere ai tuoi amici, famigliari o allievi. La pagina conterrà solo l'intervista, senza altre distrazioni.