Il Gomitolo


Spazio lettura

La raccolta differenziata

Una volta si buttavano tutti i rifiuti nello stesso cassonetto ma è meglio separarli, perché molti possono essere riciclati.

Articolo a cura di Roberto (Draghy)

Riciclare è molto importante perché permette la riduzione della quantità dei rifiuti e quindi il risparmio delle materie prime, quelle con cui sono costruiti i prodotti. Riciclare evita poi che un prodotto non più utilizzato occupi spazio in una discarica o richieda energie per essere eliminato.

Ogni materiale che noi buttiamo viene riciclato ovvero riutilizzato per creare nuovi prodotti. I rifiuti, una volta arrivati in discarica, vengono indirizzati a seconda del materiale (vetro, carta, plastica ecc) per essere riciclati e riutilizzati.

Bambina che divide i rifiuti

Tutto questo è grazie alla raccolta differenziata!

La raccolta differenziata è molto facile da fare: bisogna dividere i rifiuti nei bidoni adeguati. In ogni Comune, i bidoni dove buttare i prodotti di scarto possono variare per forma o colore, ma contengono sempre scritte chiare sulla loro destinazione.

I rifiuti si dividono in diverse categorie.

Umido organico

I rifiuti organici possono essere riutilizzati come compost, ovvero trasformati in un concime naturale; questa tecnica veniva utilizzata già dai tempi antichi. Questi rifiuti sono biodegradabili, cioè si degradano facilmente, naturalmente e senza rischi per l'ambiente. I rifiuti organici sono ad esempio: fondi di caffè, avanzi di cibo, gusci d'uovo, scarti di cibo e piante recise.

Carta e cartone

Grazie al riciclo della carta si possono ottenere nuovi giornali, nuovi fogli di carta ecc senza distruggere altri alberi.

Attenzione però: nel bidone della carta non vanno buttate carte oleate, (ad esempio quelle utilizzate per avvolgere i cibi o i cartoni della pizza), e nemmeno quelle plastificate come ad esempio alcune copertine delle riviste.

Plastica

La plastica, materiale creato con il petrolio, viene portata in appositi impianti dove è lavata, selezionata e triturata. Dopo il lavaggio viene fusa per essere riciclata ed ottenere nuovi prodotti di plastica. Viene utilizzata anche come combustibile per creare energia.

Nel bidone della plastica vanno messi tutti i materiali che ne derivano, come sacchetti, imballaggi o bottiglie di plastica.

Grazie al suo riciclo si ottengono nuovi prodotti di plastica senza utilizzare altro petrolio.

Vetro

Il vetro è uno dei materiali più resistenti al mondo, perché può essere riciclato infinite volte!

Il vetro viene raccolto separatamente dagli altri rifiuti per produrre vasi o flaconi. E' realizzato grazie a un minerale chiamato silicio che si trova anche nella sabbia del mare.

Nel bidone del vetro vanno messi tutti i prodotti che derivano da esso come vasi o bottiglie di vetro.

Attenzione, però, a non mischiare mai il vetro con la ceramica e soprattutto a non sporcarlo mai! Una tazzina di caffè, infatti, può addirittura rovinare il riciclo di un intero camion di vetro. Una volta riciclato, il vetro viene riutilizzato per creare nuovi prodotti in vetro.

Alluminio e metallo

I metalli, estratti dalle miniere, possono sempre essere recuperati.

Ad alta temperatura il metallo si fonde ed è possibile creare nuove forme. Riciclare l'alluminio ci permette di risparmiare il 95% d'energia rispetto a produrne altro estraendolo dalle miniere.

Nel bidone dei metalli vanno messi tutti i prodotti che ne derivano come lattine, scatole o carte in alluminio.

L'alluminio e il metallo, una volta riciclati, diventano nuovi prodotti.

I rifiuti "pericolosi"

Esistono anche dei rifiuti cosiddetti "pericolosi", perciò da smaltire in contenitori a parte.

Alcuni di questi rifiuti sono le pile e i farmaci scaduti, che vanno smaltiti negli appositi recipienti che troviamo in farmacia nel caso dei medicinali scaduti o nei contenitori che troviamo nei negozi di elettronica nel caso delle pile.

I rifiuti ingombranti

I rifiuti ingombranti sono tutti i rifiuti che non possono essere smaltiti nei bidoni, come i mobili. Questi rifiuti devono essere portati direttamente in discarica e abbandonarli vicino ai cassonetti è un atto di inciviltà e un reato! Comunque di solito le aziende che gestiscono i rifiuti offrono un servizio di ritiro gratuito a domicilio dei rifiuti ingombranti, basta telefonare e chiedere.

Le categorie degli impianti

Esistono tre categorie di impianti di smaltimento dei rifiuti:

  1. Impianti di riciclaggio, che si occupano di riciclare carta, plastica, vetro ecc.
  2. Impianti di compostaggio, che si occupano di riciclare il rifiuto organico.
  3. Termovalorizzatori e discariche, che si occupano di smaltire tutti i materiali che non possono essere riciclati.

Ora che anche tu sai come è importante riciclare i rifiuti e soprattutto a cosa serve compiere questa importante azione, insegnalo ai tuoi amici e conoscenti!

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata con una Licenza Creative Commons e può essere copiata e ridistribuita per fini non commerciali e a patto di citare l'autore e la fonte.

Questo articolo è stato proposto al sito per la pubblicazione e accettato dopo un rapido controllo e ritenendo l'autore in buona fede. Qualora riteniate che i contenuti siano copiati da pubblicazioni di cui detenete i diritti, vi preghiamo di avvisarci.



Stampa e copia!

Stampa questo articolo e fallo leggere ai tuoi amici, famigliari o allievi. La pagina conterrà solo il testo e gli approfondimenti, senza la grafica del sito e altre distrazioni.

Vuoi scrivere un articolo?

E' facile, ecco come si fa!