Il Gomitolo


Spazio lettura

Pinocchio per sempre!

La storia di un burattino di legno che assomiglia a tutti i bambini del mondo...

Articolo a cura di Gabriele (ics)

"C'era una volta...
- Un re! - diranno subito i miei piccoli lettori."

Chissà se quando ha scritto queste parole Carlo Collodi immaginava che la storia che stava inventando avrebbe avuto così tanto successo!

E chissà se pensava, all'inizio degli anni ottanta (dell'800, però!), che i suoi personaggi avrebbero visto non uno ma ben due secoli, accompagnando i bambini di allora, quelli dei primi anni del novecento (che poi sono... i nonni dei nonni di oggi) e avanti fino ai giorni nostri...

La storia di Pinocchio è nata per insegnare ai ragazzi dell'epoca in cui è stata scritta molte cose giuste come l'importanza di dire sempre la verità e di impegnarsi per ottenere ciò che si desidera, i rischi che si corrono non ascoltando i buoni consigli ed i pericoli per chi frequenta cattive compagnie.

Sono valori rimasti invariati nel tempo, così come sono rimasti nell'immaginario di tutti i personaggi ed i momenti del racconto legati a quei valori: il naso che cresce se Pinocchio dice le bugie, il paese dei balocchi ed i ragazzi svogliati che diventano somari... e poi il Grillo parlante che dà buoni consigli, la fata turchina che esaudisce i desideri di chi si comporta bene, il Gatto e la Volpe che vivono di imbrogli, Mangiafuoco, l'amico Lucignolo, il buon papà Geppetto...

La storia di Pinocchio è nata come racconto a puntate pubblicato ogni settimana sul "Giornale per i bambini" a partire dal 1881. All'inizio doveva concludersi con l'impicagione del burattino ma le proteste dei bambini di allora spinsero Carlo Collodi a proseguire il racconto che si concluse nel 1883 con il lieto fine che tutti conoscono.

Nel corso degli anni Pinocchio è stato rappresentato in tanti altri modi, non sempre fedeli alla storia originale. Ci sono stati libri, cartoni animati (fra cui un film Disney e diverse serie giapponesi) e tantissimi film. Fra le produzioni riuscite meglio c'è sicuramente lo sceneggiato televisivo (poi approdato al cinema) "Le avventure di Pinocchio" del 1972, diretto da Luigi Comencini e interpretato da famosi attori italiani dell'epoca come Nino Manfredi, Gina Lollobrigida e i comici Franco e Ciccio.

All'inizio del nuovo millennio Pinocchio ha vissuto l'ennesima primavera, con il film di Roberto Benigni (di cui tutti ricordano anche la bellissima "La canzone di Pinocchio" interpretata dall'attore) ed il musical scritto da Saverio Marconi con le musiche dei Pooh. Quest'ultima opera è stata riproposta per anni sia dai professionisti della Compagnia della Rancia sia nelle scuole, rendendo Pinocchio una storia popolare anche fra le nuove generazioni.

Sembra proprio che ancora oggi siano tutti pazzi per Pinocchio, quindi perché non riscoprirne la storia? Accompagnano questo articolo tanti siti per leggere e sognare... e se per caso avete dei fratellini che ancora non conoscono la fiaba di Pinocchio potete raccontarla loro, magari aggiungendo alcuni dei segreti e delle curiosità che imparerete qui!

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata con una Licenza Creative Commons e può essere copiata e ridistribuita per fini non commerciali e a patto di citare l'autore e la fonte.


Stampa e copia!

Stampa questo articolo e fallo leggere ai tuoi amici, famigliari o allievi. La pagina conterrà solo il testo e gli approfondimenti, senza la grafica del sito e altre distrazioni.

Vuoi scrivere un articolo?

E' facile, ecco come si fa!