Il Gomitolo


I blog

Hai mai sentito parlare dei blog? Sono diari in cui puoi raccontare le tue esperienze: una giornata particolare, un pensiero, ecc... Il Gomitolo offre blog sicuri per bambini e ragazzi!

Nei blog ci sono 622 post!

Faccine: sì (cambia)
Stili e colori: no (cambia)

Una decisione importante

scritto da Giulia22 il 19/03/2017 alle 13:09 in pensieri

Ciao a tutti fili! Dubito che qualcuno leggerà questo post (sarà abbastanza lungo) e lo commenti. Però ho bisogno di scrivere anche se solo i moderatori e il mio blogguccio sapranno che devo dire. È un argomento che mi ha portato a sbagliare anche nella rubrica delle domande (credo mi conosciate come QUELLA DELLA RUBRICA) il lavoro da fare una volta grandi. È una scelta importante perché una volta presa è complicato tornare indietro. Ovviamente il mio sogno era quello di laurearmi, visto che senza laurea,trovare lavoro è piuttosto raro. La veterinaria è stata la mia scelta fin dall'asilo per anni. Fino alla quarta elementare (la classe che faccio adesso) lì (cioè qui) è cambiato tutto. Ho cominciato a informarmi: un veterinario con 15 anni di servizio (ad esempio) fa la fame. Neanche 17 mila euro l'anno. Il guadagno per me è un aspetto importantissimo nel lavoro, e quello della figura professionale del veterinario, non ti basta neanche per mantenere un solo figlio (ma ho deciso che avrò soltanto animali) e allora ho cominciato con i primi dubbi. Così dopo alcuni mesi ho cancellato DIVENTARE VETERINARIA nella mia lista dei desideri (nella mia mente, intendo) e ho fatto altre ricerche. La zoologa mi ha intrigato molto per parecchio tempo. Poi ho avuto tanti altri periodi, ma poi cambiavo sempre idea. Guardiana dello zoo, biologa marina, un programma televisivo sugli animali.... ma poi ci sono stati due colpi di fulmine:
-Educatrice cinofila (addestra cani)
-Aprire un maneggio (e insegnare equitazione)
Nei tempi successivi a queste due possibilità che mi si erano presentate difronte ho valutato i pro e i contro di tutti e due. Ma non ho ancora preso la mia decisione, e ogni giorno, ogni notte, mi tormenta l'idea di fare la scelta sbagliata.

Grazie per lo sfogo mio carissimo blog.
La ragazza dei cavalli

Perché sono amata per questo motivo?

scritto da Foca il 19/03/2017 alle 10:27 in amicizia, amore e famiglia

Ho un compagno di classe che ama praticamente tutte le femmine della mia classe e ama anche me. Ma provate a indovinare perché mi ama? Per la mia inteligenza, per la mia bellezza...? No per il mio bel sedere!:muro:  Non é normale!:-@ :@  Sono diventata paonazza quando l'ho saputo!
Tutti siamo buoni e cattivi dentro di noi ma l'importante è da che parte stare - Sirius Black

Autolesionismo: la mia esperienza.

scritto da un filo che vuole restare anonimo il 14/03/2017 alle 00:02 in pensieri

Non so bene come esprimere le milioni di cose da dire sull'argomento.
L'autolesionismo, noto anche con il nome cutting, consiste nel provocarsi dolore infliggendosi dolore. Da un leggero taglietto senza neanche troppo sangue, fino a ferite che per premura non mi sento di descrivere, ma che io ho visto e vissuto.
È per molti uno sfogo, una valvola di sfogo da tutti i possibili problemi che un adolescente possa avere, dai genitori, al bullismo, alla scuola, fino a parlare di sè.
Ma è anche qualcosa che si vede, visibile, una silenziosa richiesta di aiuto che peró se vista in modo corretto puó trovare la via per essere guarita.
Io ho iniziato all'etá di quasi dieci anni, parecchio precoce per la mia età, e ho smesso quando ne avevo quindici, quindi quasi due anni fa.
Si puó guarire dall'autolesionismo? Assolutamente sí, ma non è un percorso facile e non va fatto da soli.
Io non sono completamente guarita, a volte cado ancora nella speranza che ciô mi possa aiutare, ma fortunatamente è meno drastico, cruento e senza freni come prima.

La mia primissima lezione di equitazione più accurata

scritto da Giulia22 il 12/03/2017 alle 21:42 in sport

Ok ok... forse sono stata un po affrettata nel racconto della mia lezione di equitazione. Ora la riscrivo

Verso le quattro del pomeriggio mio papà Andrea mi porta al maneggio. Apriamo il cancello e entriamo. Troviamo l istruttrice (Betty) che spazzolava la Mandy. Mio papà va a parlare e quando torna dice
-Appena la cavalla è pronta iniziano- io annuisco e guardo gli altri cavalli. Dopo un po la Betty chiama a se gli allievi.
-Francesca! Anna! Giorgio! La lezione inizia!- i ragazzi prendono i cavalli e li portano nel campo. La Betty mi guarda e mi chiede se ho mai portato un cavallo. Io dico di no allora lei porta una delle cavalle nel campo e io la seguo. Appena entriamo mi fa salire in sella me e gli altri. Mi regola le staffe a me e agli altri. C'era una ragazzina sui 13-14 anni penso che la aiutava e deve aver visto che ero un pochino nervosa e allora mi fa
-Fidati della Betty che è tanto brava- io sorrido e mi rilasso. Allora la Betty dice agli altri
-Mi fate un po di giri del campo al passo- loro li fanno allora lei si volta verso da me e mi fa
-Ora tocca il piede sinistro con la mano destra e il piede destro con la mano sinistra- io lo faccio e lei guarda gli altri. Dopo cinque minuti mi dice
-Ora alzati dalla sella e poi risiediti piano- io lo faccio. Dopo un po mi dice di farlo più veloce ma senza esagerare io obbedisco. Dopo un po dice agli altri di andare al trotto e a me fa
-Adesso ti faccio andare un po al passo- legata a una cordicella mi fa fare un po di giri al centro del campo poi mi dice
-Adesso fallo da sola. È molto semplice. Se vuoi andare a destra, tira le redini a destra e anche per la sinistra. Quando vuoi fermarla tira forte le redini finché non si ferma- io lo faccio. Dopo un po dice ad Anna di fare il salto mentre agli altri dice di continuare il trotto. La Anna fa un po di salti poi dice a tutti di venire al centro e manda uno alla volta a fare il galoppo. Io smetto di fare gli esercizi di prima e mi fermo vicino agli altri. Dopo che tutti avevano fatto il galoppo ci fa uscire dal campo sempre sopra al cavallo e mentre gli altri scendono e fanno bere i loro cavalli io vado da mio papà e gli dico che è stato bellissimo. Lui allora mi iscrive al corso e quindi adesso farò equitazione tutti i mercoledì! Che bello!
La ragazza dei cavalli

La mia primissima lezione di equitazione

scritto da Giulia22 il 12/03/2017 alle 08:57 in sport

Ieri ho fatto la mia lezione di equitazione! È stato bellissimo! All'inizio mi hanno fatto fare un po di esercizi per prendere l'equilibrio. Poi mi hanno fatto andare al passo prima legata a una cordicella, poi da sola!!!! Adesso so come montare un cavallo, e non vedo l'ora di migliorare nelle seguenti lezioni!!
La ragazza dei cavalli

Una sera divertentissima e anche interessante

scritto da Giulia22 il 10/03/2017 alle 21:07 in varie

Ieri sono andata al Planetario della mia città con la classe di mio fratello di terza media. Con la MIA MIGLIORE AMICA Francesca ci siamo sedute vicino (ovviamente) per vedere il filmato chiamato Stars. C'erano tantissimi effetti speciali e hanno detto che il sole continuerà a brillare per circa 5 miliardi di anni. Ma allora tra cinque miliardi di anni (tantissimi) non ci sarà più luce?! Beh comunque è stato bellissimo. Poi siamo andati in pizzeria. C'era uno che lo chiamavano tutti Buso (non so perché) ha rovesciato la coca cola sulla pizza e era seduto tra Duffy (soprannome) e mio fratello e ha bagnato la maglietta a tutti e due. Ho riso tantissimo con la Francy e mi sono veramente divertita.
La ragazza dei cavalli

Chi è la mia migliore amica?!

scritto da Giulia22 il 07/03/2017 alle 13:08 in amicizia, amore e famiglia

Sono confusa, anzi, più che confusa. Francesca, che io chiamo Francy, è la mia migliore amica da sempre! Da anni e anni non abbiamo MAI litigato. Ci vediamo sempre e stiamo sempre insieme. Ma adesso, adesso è diverso. Con la scusa di iniziare equitazione dove va la Matilde (ormai la conoscete immagino) sto molto con lei, parlo con lei, rido con lei, mangio con lei... non so più con chi stare? Blogguccio mio! Devi aiutarmi! Chi è la mia migliore amica? Matilde o Francesca?
Vi prego fili aiutatemi!


Grazie per lo sfogo, ne avevo veramente bisogno. Spero possiate aiutarmi anche adesso.


Giulia22
La ragazza dei cavalli

Chissà chi sarà il mio migliore amico equino

scritto da Giulia22 il 06/03/2017 alle 14:48 in animali e natura

Sono felicissima. Perché sabato 11 farò la mia prima lezione di equitazione. Matilde (guarda il post UNA GIORNATA TRA I CAVALLI) mi ha detto esattamente:

Ho parlato con l istruttrice. Ha detto che cavalcherai la Mandy

la Mandy è una cavalla bellissima di 22 anni (vecchiotta) saura che è docile e buonissima per questo me la faranno cavalcare per la prova. Poi io spero che mi faranno cacalcare o  Gastone (nero) o Isty (baio scuro) Matilde ha detto che di sicuro ci sarà un cavallo che mi colpirà fin da subito, che vorrò immediatamente accarezzare, uno di cui mi innamorero all'istante. Chissà quale sarà il mio migliore amico equino!
La ragazza dei cavalli

Un'altra giornata tra i cavalli

scritto da Giulia22 il 05/03/2017 alle 20:10 in animali e natura

Un altra giornata tra i cavalli. Sono andata in una pista di motocross dove c'è un maneggio, e ci ho trovato un sacco di cavalli. Ma uno, uno bellissimo da gara, in un recinto da solo, quello mi aveva veramente colpita. Si lasciava accarezzare, e se mi spostavo a destra, lui si spostava a destra, se mi spostavo a sinistra, lui si spostava a sinistra. Era alto, marrone e maestoso. È stato veramente bello accarezzarlo, porgergli del fieno e sentire il suo lucente pelo corto sul palmo della mano. Spero veramente di tornare presto in quella pista, da quel cavallo. :cuore:
La ragazza dei cavalli

Una giornata tra i cavalli

scritto da Giulia22 il 04/03/2017 alle 16:53 in animali e natura

L'altro giorno sono andata al maneggio dove cavalca la mia amica Matilde. Ero felicissima di andarci perché tra poco devo iniziare equitazione e volevo sapere esattamente se era uno sport per me. Appena sono entrata la lezione precedente stava finendo, allora abbiamo perlustrato tutto il maneggio. C'erano una canarina,tre vitellini e mamma mucca, tredici cavalli, dodici cani, cinque caprette un sacco di conigli e un gallo. Ho assistito alla lezione di Matilde che cavalcata Antares, un cavallo baio chiaro che non mi ricordo precisamente quanti anni aveva. C'erano gli altri cavalli in recinti da soli, che mi fissavano e allora gli ho accarezzati. Prince, Jasmine, Isty, hanno dei cavalli stra-belli e non vedo l'ora di andarci anch'io! :°D
La ragazza dei cavalli

I miei animali domestici

scritto da Giulia22 il 14/02/2017 alle 21:26 in animali e natura

A casa abbiamo 4 animali. Due cani e due gatti. Ma ne ho avuti molti di più. Siccome abito in una casa doppia con mia nonna al piano terra e io al primo, ho la possibilità di avere più animali allo stesso tempo. Mio zio e i miei due cugini di 17 e 23 anni abitano a fianco alla mia casa, e condividiamo giardino, cancello grande che da sulla strada, garage... loro hanno un cane e un gatto. Hanno sempre avuto lo stesso gatto Tobia da 17 anni, ma da poco hanno preso un nuovo cane. Perché prima avevano una cagnolina tutta nera con il petto bianco di nome Milu, che è morta a diciotto anni. Ci ho vissuto la mia vita, e mi manca tanto. Mentre Milu cresceva, i miei genitori presero Billy, un bastardino dolcissimo rossiccio, morto a dieci anni. Dopo lui, abbiamo preso Pluto, altro meticcio scappato dopo un paio d'anni. Poi abbiamo preso Samby, il mio cane attuale di cinque anni. Quando lui ne ha compiuti 4, Milu è morta, (la cagnetta che accarezzavo ogni giorno, che mi leccava e con cui giocavo due ore al giorno, a cui io davo da mangiare quando mio zio non poteva) e così mio zio ha preso Loki, meticcio pure lui. Dopo un po è morta la gatta che aveva mia nonna da sedici anni, che lei aveva chiamato Grigetta (e che accarezzavo seeeempre) e così ha preso un gattino randagio che ha chiamato Pucci. Non chiedetemi perché. Insomma, alla fine avendo 3 gatti e 5 cani è ovvio che finisco per amare gli animali più di qualsiasi altra cosa al mondo. In fondo ci sono nata in mezzo.
La ragazza dei cavalli

Tanta paura di separazione

scritto da Giulia22 il 14/02/2017 alle 14:48 in amicizia, amore e famiglia

È da un sacco di tempo che i miei genitori litigano. Tutte le sere li sento urlare. Prima discutevano solo, denza fare troppo rumore, e allora non me ne preoccupavo. Ma adesso urlano, anche molto forte. Una sera sono andati avanti a discutere dalle 21:30 alle 04:43 di notte. Li sentivo ancora parlare quando ho preso sonno. Una volta ho fatto un sogno, in cui i miei genitori si separavano e dopo la scuola mangiavo a casa mia con la mamma, e il pomeriggio andavo da papà, che viveva da solo in un appartamento molto piccolo con le pareti verde acqua. Ho tanta paura che un giorno questo possa accadere realmente. Spero tanto che risolvano i loro problemi senza divorziare.
La ragazza dei cavalli

Nella casa di mio padre esistono diverse dimore

scritto da -*Ireneviolafly*- il 07/02/2017 alle 22:17 in pensieri

Nella mia casa, la mia camera, contiene un mondo buio. Con un silenzio che un sospiro ha una potenza lieve.
Quel posto è come una persona, l'unica che sa il mio unico e profondo segreto. Lì c'è il mio diario dove ci sono parole affilate come coltelli.
Scrivo con il cuore infiammato, i momenti in cui  io scrivo sono lunghi come la vita, per sempre.
Questa è una tenerezza perduta, ma quel diario pieno di sofferenza; come un abbraccio rapido e silenzioso, che emette la sensazione di solitudine ma anche di compagnia.
E' quello il mio silenzio, la mia me, il mio cuore e la mia dimora.
Irene
La fimmina Irene :cagnolino:
ONCE UPON A TIME cuore

Cos'è sbagliato?

scritto da CaGnoLoSha il 07/02/2017 alle 21:52 in pensieri

Ho notato che sin da quando siamo piccoli gli altri cercano, anche involontariamente, di insegnarci ciò che hanno insegnato a loro; cercano di insegnarci ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.
E non so se avete notato, ma la società cerca sempre di più di proporre lo stereotipo del ragazzo socievole ed estroverso; quello che non ha paura di dire quello che pensa e che è sempre felice e sorridente.
Io, essendo sempre stata molto, per gli altri anche troppo, timida ed insicura, ho sempre sofferto tanto di questa cosa.
Sapevo di essere timida, dato che tutti, a partire dai miei genitori e a finire dalla psicologa da cui andavo proprio per questo motivo, amavano farmelo notare, più che altro pesare; ma non sapevo cosa fosse la timidezza.
Non capivo il perché io fossi così timida, sapevo solo di provare una grande paura in presenza di altre persone: paura di essere giudicata, delusa o ferita.
Sapevo solo che, in ogni caso, era sbagliato: mi hanno insegnato che la timidezza è sbagliata e iniziando ad odiare questo lato di me, sono finita con l'odiare completamente me stessa.
Con il tempo sono migliorata un sacco: se prima ogni volta che mi trovavo in mezzo a tante, troppe persone, una sensazione di disagio mi assaliva a tal punto da sentirmi  soffocare e formicolare le mani a causa dell'ansia, ora mi è quasi indifferente e riesco a camminare tranquillamente.
Quello che però mi fa rabbia, è il fatto che qualcuno si senta in diritto di dire cos'è sbagliato e cosa non lo è: quante volte ho sentito qualcuno dirmi "non devi essere così timida, è sbagliato"
Quante volte i miei genitori mi hanno detto che mi vorrebbero diversa?
Quante volte, dall'anno scorso, qualche persona, con un po' di stupore e una felicità che a me ha trasmesso solo tanta rabbia, mi ha detto:"ti stai finalmente sbloccando"?
È solo quando ho provato ad accettare un po' la mia timidezza, nonostante nessuno l'accettasse, che si è fatta sentire sempre meno. Credo sia così con ogni difetto.
Nessuno è sbagliato, nessun lato caratteriale è sbagliato; bisognerebbe amarsi sempre e comunque, perché ciò che è veramente sbagliato è fare il contrario.
A volte pensiamo che amarsi sia un segno di egoismo, che ci sia qualcosa di male nel volersi bene.
Invece, per quanto difficile possa sembrare, è la cosa più giusta e sensata che possiamo fare nei nostri confronti...
Una cagny con l'espressione di sasso :pasqua:
Bau!

La mia storia

scritto da Miri04Lisa il 03/02/2017 alle 22:01 in varie

Io ho 12 anni e mezzo e mi chiamo Miriam.
Anche se molti di voi non ci crederanno,io voglio comunque raccontarvi la mia storia vera al 100% nel tentativo che possa trovare qualcuno con cui sfogarmi e che mi possa aiutare in un qualche modo.:panda:
Mia madre ha avuto due figlie con il suo primo marito,due figli (un maschio ed una femmina) con il secondo marito e poi non ha divorziato ma si sono lasciati e si è messa con mio padre, con cui ha avuto me, mia sorella minore e mio fratellino.Mio padre,dopo aver avuto me...si è rivelato: ha cominciato a delinquere.Mi maltrattava e mi faceva pulire casa sin da quando avevo quattro anni circa.Mi lasciava spesso senza cibo.L'ho visto maltrattare mia madre molte volte...poi sono nati i miei fratellini che hanno subito solo qualche schiaffo.(non lo so,forse è stata colpa mia...forse io non dovevo nascere:muro: :'( ,forse io non dovrei esistere).Un giorno di qualche anno dopo, con la scusa di andare dal dottore,siamo scappati di casa con un pullman e mia madre si è rivolta a degli assistenti sociali che ci hanno portato in comunità.questa ha chiuso per cattiva gestione allora ci hanno cambiato 4 comunità diverse in un paio d  anni.poi sono stata due mesi in un posto di suore severe.dopodiché sono stata in un altra comunità dove c'erano solo adolescenti dai 14 anni in su e io ne avevo ancora 7.Questi adolescenti si comportavano male e scleravano davanti a me e...nonostante tutto mi ero affezionata a quelle ragazze.sono uscita da questa comunità all'età di 10 anni e sono entrata in un altra comunità in cui mi stressavano da mattina a sera dei mocciosi:@ e in cui ho preso la mia prima cotta di un ragazzo di 14 anni.non ci siamo mai lasciati e ancora oggi stiamo insieme...lui ora ha 17 anni ed io quasi 13.Dopo questa comunità sono andata a vivere con mia madre e i miei due fratellini piccoli in un appartamento. Mia madre mi incolpa di tutto il passato e mi rinfaccia tutta la sua vita facendomela pesare.Non posso ribellarmi perché sennò mi mena.sono arrabbiata depressa e nervosissima:S . Vi prego,io sto sull'orlo di un esaurimento e vorrei aiuto e sfogo verbale...vorrei essere capita, amata da una famiglia( anche se non di sangue)ed avere una vita normale da ragazzina della mia età.

Pagine:
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - > - »